“Amici di strada, compagni di vita”: Save the Dog aiuta i cani dei senza dimora

Un cane per amico. Nel vero senso della parola. Perchè ci sono amici a quattro zampe che non sono fortunati. Come i loro padroni. Che vivono per strada e hanno tanto bisogno di aiuto. Ed è con questo obiettivo che nasce il  progetto “Amici di strada, compagni di vita”, sviluppato in collaborazione con Fondazione Progetto Arca, per attivare un monitoraggio continuativo, offrire assistenza sanitaria e un kit con beni di prima necessità ai cani di chi vive per strada a Milano. Un’iniziativa che parte dal capoluogo lombardo ma che la Onlus fondata da Sara Turetta vuole diffondere nelle principali città italiane.

 Come si svolge il progetto? E’ molto semplice. Gli operatori di Save the Dogs avranno il compito di monitorare i punti nevralgici della città dove è già attivo Progetto Arca per intercettare i bisogni dei senzatetto che vivono in strada con il loro amico a quattro zampe e creare un rapporto di fiducia. In questo modo questi animali potranno ottenere assistenza veterinaria,  vaccinazioni, sterilizzazione (delle femmine) e le cure necessarie nel caso di riscontro di importanti problemi di salute. Sarà, inoltre, fornito il kit del cane senzatetto contenente beni di prima necessità come ad esempio il cappottino in inverno e gli antiparassitari in estate, oltre a ciotola, guinzaglio, cibo, set di primo soccorso e tutto ciò che serve per migliorare il benessere degli animali e dei loro compagni di vita.

A beneficiare dell’intervento di Save The Dogs sono i senza dimora del centro e della periferia milanese che non sfruttano i propri animali per stimolare la generosità dei passanti ma che, per i motivi più svariati, hanno perso il lavoro e la rete delle relazioni famigliari e si rifugiano nell’unico rapporto stabile della loro vita: quello con il proprio amico a quattro zampe. Da tempo valutavamo la possibilità di un intervento strutturato lungo le strade delle grandi città italiane sul modello dell’inglese Street Vet; così quando siamo entrati in contatto con Fondazione Progetto Arca Onlus è nata subito una collaborazione nel capoluogo lombardo per creare una iniziativa che avesse come beneficiari gli animali dei senza dimora – spiega Sara Turetta Presidente di Save the Dogs-  Questi cani ad oggi sono curati e nutriti solo grazie al buon cuore di singoli milanesi che si imbattono in queste storie difficili e se ne fanno carico con generosità e altruismo. Abbiamo già raccolto numerose testimonianze di persone con fragilità ma tutte accomunate da un filo conduttore: l’amore incondizionato per i loro cani. Vogliamo far tesoro di questa esperienza su Milano per riuscire ad esportare questo progetto pilota anche in altre città”,

Aggiunge Alberto Sinigallia, presidente Fondazione Progetto Arca: “I nostri operatori e volontari delle Unità mobili incontrano ogni sera a Milano molte persone senza dimora che vivono in strada con i loro cani, osservando come esista un legame affettivo unico e speciale alla base della loro vita insieme, un legame che permette alla persona fragile di affrontare con più forza le situazioni di emarginazione sociale. Grazie dunque a Save The Dogs per questa importante attività di sostegno e di accompagnamento dedicato a chi ha più bisogno”.

 

In vista delle prossime festività natalizie, periodo difficile e di solitudine per le persone senza dimora e i loro cani, è possibile contribuire a questa iniziativa scegliendo il regalo solidale di Save the Dogs, una speciale card digitale dal valore di €50 euro per donare un Kit invernale e scaldare un cane di strada con un cappottino, cibo e le cure di cui ha bisogno.

Per sostenere il progetto con la e-card dedicata: www.gadget-donazioni.eu.

 

Written By
More from Stefania Lupi

Back to office: lo stress da rientro colpisce anche gli occhi

Il rientro al lavoro dopo le vacanze estive può essere molto impegnativo,...
Leggi Tutto

Lascia un commento