Tumore al seno metastatico: quando la terapia oncologica si integra a percorsi di benessere

3d illustration showing breast cancer with lymphatics on black background

Considerare la persona nella sua interezza, promuovendo un recupero più efficace dalla malattia e una qualità di vita migliore. È ciò che si propone il progetto “Metadinamiche”, nato nel 2023 da un’idea del Centro Komen Italia per i trattamenti integrati in oncologia della Fondazione Policlinico Gemelli di Roma in collaborazione con l’Associazione Onconauti, che coinvolge le donne con tumore al seno metastatico in un PERcorso di benESSERE.

Sono circa 37.000 le donne che ogni anno convivono con questo tumore che, grazie ai progressi nelle tecniche diagnostiche e terapeutiche, alla disponibilità di nuovi farmaci, alle migliori terapie di supporto e a una più efficace integrazione tra cure sistemiche e locali, fa fortunatamente registrare una sopravvivenza globale notevolmente aumentata. Ma non basta! C’è bisogno di molto di più. C’è bisogno di garantire una buona qualità di vita e una possibilità di sperimentare esperienze che “normalizzino” il più possibile il vissuto della paziente e dei propri cari.

L’attenzione alle pazienti con tumore al seno metastatico si è evoluta molto negli ultimi anni, confermando un ascolto sempre più attento e dedicato. I bisogni sono differenti e necessitano di soluzioni mirate, non solo a livello terapeutico, ma soprattutto nel supporto quotidiano per affrontare il tipo di sfide che la malattia porta con sé quando diventa cronica. I percorsi integrati, infatti, partono dagli ospedali per proseguire nei processi di sanità territoriale anche grazie ad associazioni pazienti quali Onconauti, al fine di garantire continuità nella “presa in carico della persona”, in particolare nella cronicità.

Dieci le donne che parteciperanno al progetto e dieci gli operatori sanitari esperti in trattamenti integrati: un oncologo, un medico esperto in terapie integrate e agopuntura, un medico di medicina generale, un esperto walking leader, un nutrizionista esperto in nutrizione nel paziente oncologico, un nutrizionista esperto in diabete e patologie metaboliche, un operatore esperto in Qi Gong e riflessologia, uno psico-oncologo, un insegnante di yoga, un medico di medicina generale esperto in counselling, un operatore esperto in meditazione e tecniche di rilassamento. Insieme daranno vita a un’esperienza che li vedrà coinvolti in un cammino di 5-7 giorni nell’ambito del quale, oltre a percorrere a piedi la tappa giornaliera, saranno previste e offerte alle partecipanti attività di terapie integrate supportate da evidenze scientifiche: esercizi di rilassamento/meditazione, Qi Gong, riflessologia, attività di gruppo guidate da uno psicologo, interventi di educazione alimentare.

“La possibilità di integrare nella pratica clinica le più aggiornate terapie antitumorali con trattamenti rivolti al sostegno psico-fisico della persona malata”, spiega il Dottor Stefano Magno, Direttore del Centro Komen Italia del Policlinico Gemelli, “consente di alleviare disturbi ed effetti collaterali complessi, che hanno insoddisfacenti o inefficaci soluzioni farmacologiche e, in questo modo, incoraggia una maggiore partecipazione proattiva e l’aderenza della paziente ai protocolli di cura”.

E se, come abbiamo visto, è importante integrare la terapia oncologica a un sostegno psico-fisico lo è altrettanto dare spazio e dedicare tempo a questa comunità di donne. Per questo motivo Gilead Sciences oltre a sostenere il progetto ‘Metadinamiche’ promuoverà insieme a ANDOS, Europa Donna Italia, FAVO, Incontra Donna, Salute Donna e Komen Italia la prima edizione del Patient Forum.

L’appuntamento è a Milano il prossimo 17 giugno presso il Teatro Gerolamo. Per le iscrizioni è possibile inviare una e-mail all’indirizzo patientforum@honboard.com. L’obiettivo è offrire un supporto a 360° alle donne con tumore al seno in fase avanzata. Si affronteranno temi come il diritto al lavoro, l’importanza di una nutrizione adeguata durante e dopo i trattamenti, e il ruolo fondamentale del sostegno psicologico. Un momento chiave sarà il dialogo aperto sul Percorso Diagnostico Terapeutico Assistito (PDTA), un aspetto cruciale che mira a coordinare al meglio le cure e le terapie per migliorare la qualità di vita delle pazienti.

 

Written By
More from Severina Cantaroni

Al via la campagna di sensibilizzazione “Fibro…che? Diamo un volto alla fibromialgia”

Domani, 12 maggio, ricorre la Giornata Mondiale della Fibromialgia. Per l’occasione, cinque...
Leggi Tutto

Lascia un commento