URBAN AWARD, UN PREMIO PER LA MOBILITA’ SOSTENIBILE

E’ utile, diverte, è a basso impatto ambientale. Migliora la qualità della vita, aiuta a socializzare e a viaggiare in modo alternativo. La bicicletta è il mezzo di trasporto perfetto. Per poterla utilizzare al meglio e sfruttarne tutte le potenzialità è però fondamentale che il nostro Paese investa sempre di più in mobilità dolce, con piste ciclabili adeguate nelle città e percorsi cicloturistici che consentano di conoscere ed esplorare anche in vacanza il nostro territorio.  Oggi la grande sfida delle città per il loro futuro e il futuro dell’ambiente è sempre più legata all’investimento sulla mobilità dolce.

Ne è convinta Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com, che ha ideato il premio Urban Award, organizzato con Anci, con l’obiettivo di premiare i Comuni virtuosi e incentivare le amministrazioni a investire nel futuro, sostenendo i progetti legati alla bicicletta e alla mobilità sostenibile. E a credere in questo progetto per l’edizione 2019 prestigiosi partner, in testa Openjobmetis e la Fondazione Iseni y Nervi.

“L’Urban Award mette in gara tutti i Comuni italiani per valorizzare le pratiche più virtuose e di successo in tema di mobilità sostenibile, perché poi possano essere duplicate– sottolinea Ludovica Casellati -. I progetti vengono valutati complessivamente non solo per le soluzioni proposte ma anche per l’efficacia della comunicazione che ne viene fatta. Offrire servizi efficienti e non farli conoscere è un delitto. Nel nostro Paese c’è un problema culturale legato ai mezzi di trasporto alternativi, solo i giovani rispondono in maniera molto entusiastica e forte ai cambiamenti e questo significa che gli amministratori devono avere l’intelligenza e il coraggio di porre in essere scelte che dimostreranno la loro efficacia nel tempo e che nell’immediato potrebbero scatenare polemiche”.

Ambassador del Premio Urban Award, Matteo Marzotto, imprenditore, presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica e di Dondup. “La bicicletta è uno strumento di straordinaria attualità ed utilità. Duttile e per tutti, ritengo sia ideale per quasi tutte le stagioni della vita, mantiene in forma lo spirito e il fisico ma, soprattutto, lo considero uno straordinario aggregante per amicizia e fratellanza, etica e disciplina. Uno strumento che ben racconta questa nostra straordinaria Italia, straordinaria anche per competenza scientifica, generosità e passione del bello e del ben fatto.”

Negli ultimi anni i Comuni hanno iniziato a investire in mobilità dolce. Urban Award intende far conoscere le soluzioni che le amministrazioni stanno programmando o realizzando per consentire ai cittadini e ai turisti di incrementare l’utilizzo di biciclette e trasporti integrati per i propri spostamenti. Il tutto per favorire la mobilità sostenibile in grado di diminuire l’impatto ambientale generato dai veicoli privati.

Il Premio prenderà in considerazione i progetti appena approvati o in essere dalle amministrazioni pubbliche. E ci sarà una particolare attenzione alle politiche sul verde pubblico, un settore che riveste una importanza fondamentale nella lotta all’inquinamento, grazie all’utilizzo di piante adatte in grado di catturare l’anidride carbonica e bloccare le polveri sottili. Tra le piante mangia smog una posizione prioritaria spetta all’acero riccio, ma non sono da meno il ginkgo biloba, il tiglio, l’olmo campestre e il più comune frassino.

Verranno prese in considerazione anche le attività di comunicazione e sensibilizzazione attuate dai Comuni attraverso eventi e iniziative volte a promuovere l’uso della mobilità integrata, come bici e mezzi pubblici oppure incentivazione all’utilizzo della mobilità dolce anche integrata con il trasporto pubblico locale per una riduzione dell’uso dell’auto privata.

Il regolamento verrà pubblicato nel sito di Anci, dove si troverà anche l’application form da utilizzare per inviare la domanda di partecipazione. La candidatura dovrà essere presentata dal sindaco o da un suo delegato entro il 15 ottobre 2019 all’indirizzo urban@viagginbici.com. 

La domanda di partecipazione dovrà contenere una descrizione del progetto supportata da materiale fotografico o video, che consenta alla giuria di valutare l’effettivo beneficio che deriva alla città e ai cittadini dal progetto presentato.  

“Investire sulla mobilità sostenibile e sulla mobilità integrata, credere nella coscienza ambientale dei cittadini e dar loro strumenti per esercitarla concretamente, è un dovere delle istituzioni, di tutte le istituzioni – dichiara Antonio Decaro presidente di Anci e Sindaco di Bari -. Il contributo infrastrutturale di Stato e Regioni per esempio è essenziale per poter essere competitivi. Ma di sicuro i Comuni hanno una responsabilità e una capacità maggiore di innescare un cambio di mentalità, incentivando l’uso della bicicletta e dei mezzi alternativi all’auto, che, oltre ad avere un fondamentale impatto sullo smog e sullo stile di vita, favoriscono la riscoperta di territori e paesaggi che a bordo di un mezzo veloce non si possono apprezzare. Noi sindaci ci crediamo. E lo dimostrano le tante iniziative locali, di cui questo premio assicurerà un opportuno scambio, e la nostra azione di sollecito costante al parlamento e al governo. Lo straordinario successo di “Muvt”, programma di incentivi per chi sceglie la bici che abbiamo lanciato a Bari e che in pochi mesi è già al secondo bando, è un esempio di quel che noi sindaci possiamo fare con il sostegno dei cittadini: dare forma, sulle loro gambe, a una visione di città, più verde, più inclusiva, più moderna”.

 

Urban Award_Matteo Marzotto-Ludovica Casellati-Rosario Rasizza

La giuria dell’Urban Award è presieduta Ludovica Casellati, direttore responsabile di Viagginbici.com, magazine di turismo sostenibile e ideatrice del Premio. La giuria sarà composta istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta: Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Andrea dell’Orto, presidente EICMA S.p.A.; Renato Di Rocco, presidente Federazione Ciclistica italiana; Giancarlo Feliziani, caporedattore Tg La7; Antonella Galdi, vice segretario generale Anci; Francesco Giorgino, giornalista TG1 e docente Luiss; Maria Rita Grieco, caporedattore TG2; Fabrizio Iseni, presidente Fondazione Iseni Y Nervi e Editore Malpensa24; Stefano Laporta, presidente Ispra; Rosanna Lambertucci, conduttrice televisiva; Paolo Liguori, direttore Tgcom24; Piero Nigrelli, direttore settore ciclo di Ancma; Massimo Poggio, attore; Rosario Rasizza, ad Openjobmetis; Guido Rubino, Cyclinside; Monica Sala, giornalista conduttrice Radio Monte Carlo; Gianluca Santilli, presidente Osservatorio Bikeconomy.

Un comitato ristretto dell’Anci farà una prima selezione dei progetti presentati, che verranno poi valutati da tutta la giuria, la quale si riunirà qualche giorno prima della proclamazione dei vincitori a Eicma, Esposizione internazionale del ciclo e motociclo. Inizia infatti quest’anno una partnership importante con Eicma, da sempre sensibile ai temi della mobilità.

La proclamazione dei vincitori avverrà il 6 novembre 2019 nell’ambito di EICMA, Esposizione internazionale del ciclo e motociclo. Il 1°, 2° e 3° premio, nonché una menzione speciale, saranno assegnati ai Comuni che nella presentazione del progetto dimostreranno lo sviluppo delle tematiche legate alla sostenibilità, tra cui: valutazione di impatto ambientale, effettiva fruibilità dei servizi, abbattimento dell’inquinamento atmosferico, strumenti di comunicazione e sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e dei turisti.

Il primo classificato ospiterà inoltre un viaggio stampa organizzato da Urban Award, che consentirà l’ampia promozione ai media del progetto di mobilità sostenibile premiato.

 

Written By
More from Valeria Rossini

LeDelì: gusto, praticità e varietà

Da Mareblu arriva una novità per gli amanti del pesce LeDelì: straccetti...
Leggi Tutto

Lascia un commento