Sostenibilità e impatto ambientale: il nuovo modo di fare impresa nel settore farmaceutico

Diventare il più grande gruppo farmaceutico multinazionale certificato B Corp.  Un percorso di sviluppo sostenibile, che Chiesi, multinazionale italiana focalizzata sulla ricerca (Gruppo Chiesi), ha fatto proprio partendo dalla certificazione B Corp, riconoscimento di alti standard sociali e ambientali rilasciato da B Lab, ente non-profit indipendente e internazionale.

Un traguardo reso possibile anche grazie all’integrazione, nella propria strategia di business, di alcuni selezionati SDGs (Sustainable Development Goals, Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) promossi dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

La certificazione implica che le attività e l’impatto ambientale e sociale di Chiesi, siano misurati con continuità, tanto quanto i risultati economici. Chiesi si è impegnata infatti a rispettare elevati livelli di sostenibilità sociale e ambientale. Ha quindi reso pubblico il punteggio ottenuto attraverso il B Impact Assessment, lo strumento di analisi della performance aziendale più diffuso al mondo e adottato da oltre 100.000 aziende in 71 paesi. 

Il Gruppo Chiesi, già a dicembre 2018, è diventato Società Benefit, per scolpire questi concetti anche nel proprio statuto: un’evoluzione dell’idea stessa di azienda. Mentre le società tradizionali, infatti, esistono con l’unico scopo di distribuire dividendi agli azionisti, le società benefit sono espressione di un paradigma più evoluto: integrano nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera.

Prenderci cura delle persone è parte del nostro DNA. Il B Impact Assessment è uno strumento ufficiale tramite il quale volevamo misurare il nostro operato. Avere ottenuto la Certificazione B Corp ci è servito a capire a che punto siamo e quali sono le azioni da implementare affinché il nostro business risponda ai bisogni della società” ha commentato Maria Paola Chiesi, Shared Value & Sustainability Head del Gruppo Chiesi.  Il nostro è un percorso duraturo nel tempo: ci impegniamo a creare valore per i pazienti, per le nostre persone e per la comunità in cui operiamo, rispettando l’ambiente che ci circonda. Per questo ci siamo dati degli obiettivi sfidanti legati al valore condiviso e alla sostenibilità sociale e ambientale integrandoli nel piano strategico del Gruppo.

Ad esempio,” ha aggiunto Cecilia Plicco, Shared Value & Sustainability Manager del Gruppo Chiesi, “ci impegniamo ad ampliare l’accesso alle terapie grazie alla ricerca scientifica sulle malattie rare e, attraverso la Chiesi Foundation Onlus, lavoriamo per garantire l’accesso alle cure per malattie respiratorie e neonatali, soprattutto in Africa e America Latina. Inoltre, il nostro impegno per l’ambiente mira alla riduzione delle emissioni di CO2, con l’obiettivo di diventare Carbon Neutral entro il 2035. Proprio in quest’ottica, il Gruppo ha delineato un piano di investimenti quinquennale da 350 milioni di euro per portare sul mercato una formulazione innovativa che ridurrà del 90% la carbon footprint degli inalatori spray (pMDI) per asma e Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva”.

“L’Italia sta emergendo come il Paese al mondo in cui più rapidamente e profondamente i modelli di B Corp e Società Benefit si stanno diffondendo. Questo è dovuto principalmente alla leadership di aziende come Chiesi che, tra le prime al mondo per rilevanza, ha colto il cambio di paradigma in direzione Benefit come una naturale evoluzione del proprio modello di business. All’inizio di una decade che cambierà per sempre il significato di fare impresa, l’esempio di Chiesi è fondamentale per tracciare la strada da seguire verso nuovi modelli rigenerativi.” ha concluso Paolo di Cesare, Co-founder NATIVA, country partner di B Lab per l’Italia.

Il Gruppo Chiesi è anche sponsor di Parma Capitale della Cultura 2020. Punto fondamentale è la promozione delle partnership pubblico-privato e l’apertura di un dialogo tra diverse aziende: realtà industriali e istituzioni insieme per il territorio. Un’opportunità che Chiesi,  ritiene fondamentale sia in termini di valorizzazione del patrimonio storico-artistico della città, sia per dare il via ad una nuova strategia di sviluppo socioculturale a lungo termine.

Chiesi è da sempre molto attiva a Parma anche in qualità di realtà fondatrice dell’Associazione “Parma io ci sto!”, che ha giocato un ruolo chiave nella candidatura della Città a Capitale Italiana della Cultura con idee, stimoli e sostegno economico.

Tra i progetti del Dossier Parma 2020, “Imprese Aperte” -che si pone l’obiettivo di far conoscere le aziende e le loro peculiarità a un pubblico allargato di dipendenti, turisti e scuole. Due gli obiettivi: creare “Cultura dell’impresa” nel territorio e sviluppare “Cultura in impresa”, accogliendo progetti artistici e culturali da realizzare negli spazi industriali.

Su questo filone, nel corso dell’anno Chiesi racconterà la cultura e la storia dell’imprenditoria a Parma tramite il progetto “Pharmacopea”, sviluppato in collaborazione con Davines, azienda leader nel campo della cosmetica. L’obiettivo è riscoprire l’identità chimico-farmaceutica del territorio di Parma e valorizzare luoghi storici come l’Orto Botanico e l’antica Farmacia San Filippo Neri, scoprendo anche la storia più recente di un comparto industriale di rilievo per la città.

Il Gruppo sosterrà, inoltre, diversi eventi culturali, a partire dal Festival Verdi di cui è main partner da anni. Le porte dell’Azienda si apriranno per il Verdi Off, l’annuale rassegna di appuntamenti collaterali al Festival ospitati al di fuori del Teatro Regio, completamente gratuiti e diffusi su tutto il territorio.

Infine, Chiesi sta prendendo parte con grande interesse alla call “Imprese Creative Driven”, pensata per rafforzare l’imprenditorialità attraverso il dialogo tra industria, settore culturale e creativo. In dettaglio, con “Creative Driven” si intendono quelle realtà che sviluppano servizi e creano prodotti attraverso processi a “base culturale e creativa”: dove, quindi, cultura e creatività dialogano attivamente con le logiche d’impresa. La call prevede il sostegno alla realizzazione di un massimo di 8 progetti.

 

Written By
More from Stefania Lupi

Manila Grace sostiene l’ospedale Sacco di Milano nella ricerca contro il coronavirus

Lo stile non si ferma. Con questo slogan anche la moda scende in campo a favore...
Leggi Tutto

Lascia un commento