Pulizie di primavera? Attenzione agli incidenti domestici!

La propria casa  non è sempre il luogo dove sentirsi più al sicuro. Anche nella propria abitazione, infatti, si corrono dei rischi. Ogni giorno è alta la percentuale di coloro che sono costretti a fare i conti con alcuni incidenti, una serie di infortuni spiacevoli che possono riguardare tutti, anche se le figure più coinvolte sono anziani, bambini e chi maggiormente si occupa delle pulizie di casa.

Sono diverse le cause che provocano questi episodi. Si va dalle caratteristiche dell’abitazione – come per esempio l’eventuale presenza di scale, di soppalchi o di arredamenti particolari – fino a banali disattenzioni o distrazioni più gravi: l’utilizzo improprio o inopportuno di alcuni utensili, il pavimento bagnato, il non corretto impiego di apparecchiature elettriche, o l’uso di elettrodomestici mal funzionanti.

Non mancano, infine, tutti gli incidenti legati a movimenti sbagliati o azzardati: un colpo della strega per aver sollevato un vaso pesante, una slogatura per aver messo il piede in fallo scendendo da una scala, una contrattura muscolare dopo aver pulito i vetri con troppa foga.

Assosalute – Associazione nazionale farmaci di automedicazione, tramite il sito http://semplicementesalute.federchimica.it/, fornisce una serie di consigli utili per non incappare in spiacevoli incidenti all’interno della propria abitazione. Nel caso in cui l’attenzione non fosse sufficiente per far fronte a questi imprevisti, un valido aiuto può arrivare dai farmaci di automedicazione o da banco (o OTC, dall’inglese Over the Counter), ossia quelli senza obbligo di prescrizione, riconoscibili grazie al bollino rosso che sorride sulla confezione e acquistabili senza ricetta medica perché, nel loro impiego diffuso e di lungo corso, si sono dimostrati sicuri, efficaci ed hanno ricevuto un’apposita autorizzazione da parte dell’Autorità Sanitaria.

Ed ecco quindi alcuni consigli utili:

  • Evitare il contatto ravvicinato con fonti di calore (stufe, pentole e padelle, ferri da stiro, piastre per capelli) al fine di scongiurare bruciature ed ustioni;
  • In caso di bruciature, posizionare la parte scottata sotto l’acqua corrente, pulendola e disinfettandola. Non affidarsi ai consigli di un tempo, come l’applicare olio o albume sulla bruciatura: potrebbero peggiorare la situazione!
  • Assicurarsi di spegnere gli elettrodomestici dopo il loro utilizzo e verificare che il relativo cavo di alimentazione non sia in cattivo stato e, in ogni caso, non maneggiarli con le mani bagnate;
  • Accertarsi che le prese elettriche non siano sovraccariche o in prossimità di fonti di calore;
  • Tenere lontano da fonti infiammabili i tessuti come tappeti, tende, tappezzeria, panni usati per la pulizia della casa;
  • Maneggiare coltelli e oggetti taglienti soltanto in cucina e riporli in un luogo sicuro, lontano dalla vista dei bambini più piccoli;
  • Assicurarsi di chiudere tutti i rubinetti dell’acqua e le manopole del gas quando si esce di casa o quando si va a dormire;
  • Lasciare asciugare i pavimenti o le scale appena lavati e indossare pantofole con la suola di gomma o calze antiscivolo per sfuggire alle cadute;
  • Utilizzare le scale con attenzione e non salire mai su superfici instabili (sedie con ruote, ecc.);
  • Utilizzare tappetini antiscivolo per la vasca da bagno.

In caso di piccoli incidenti un valido aiuto può derivare dai farmaci di automedicazione o da banco, riconoscibili grazie al bollino rosso che sorride, presente sulla confezione, dove è chiaramente indicato che quello che si sta acquistando è un farmaco senza obbligo di ricetta.

E in caso di necessita’, ecco alcuni esempi di farmaci che potrebbero venire in aiuto:

Dolori muscolari e articolari (strappi, distorsioni, slogature, contratture muscolari): antinfiammatori e antidolorifici topici per alleviare dolore e infiammazione ; farmaci che rilassano la muscolatura o che aiutano a diminuire il gonfiore (farmaci a base di bromelaina).

Ferite ed escoriazioni: pulire accuratamente la parte interessata con acqua fredda e sapone, aiutandosi con garze sterili e procedendo dalla lesione verso l’esterno per non sporcare ulteriormente la ferita. Dopo la pulizia si possono applicare antisettici e disinfettanti per uso cutaneo; cicatrizzanti e stimolanti della rigenerazione cutanea .

Bruciature e arrossamenti: pomate contenenti anestetici locali  o antibatterici  o antisettici topici. Sono utili anche le sostanze emollienti come il polienacido e i farmaci che favoriscono il processo di rinnovamento dell’epidermide.

Ecchimosi ed ematomi (i classici lividi): i più frequenti e leggeri tendono a risolversi spontaneamente nel giro di pochi giorni. Nei casi più seri, per accelerare il “riassorbimento” del sangue fuoriuscito dai vasi sanguigni e quindi migliorare la circolazione venosa superficiale, possono essere usati farmaci di automedicazione a base di sostanze capillaroprotettirci.
Per maggiori informazioni sui farmaci di automedicazione e i piccoli disturbi: www.semplicementesalute.it 

Tags from the story
Written By
More from Valeria Rossini

Imprese di viaggio eccezionali, per affrontare il tema della disabilità e dell’ambiente

Scoprire e raccontare modi sempre nuovi di viaggiare. Questo l’obiettivo di Turistipercaso.it,...
Leggi Tutto

Lascia un commento