PROTEZIONE UV E BAMBINI: L’IMPORTANZA DI PROTEGGERLI

Scuole ai titoli di coda e tanta voglia di passare più tempo all’aria aperta tra sport e attività ludiche ed educative. Per i bambini è quasi arrivato il momento di andare in vacanza. Che significa passare più tempo possibile “all’aria aperta”, dopo i lunghi mesi invernali. E quindi, sotto il sole. 

 

La luce del sole è importante per lo sviluppo del bambino, ma un’eccessiva e prolungata esposizione ai raggi UV può essere dannosa, soprattutto senza protezione. Anche per gli adulti i rischi sono elevati ma, quando si parla della salute degli occhi dei più piccoli, è necessario adottare alcune precauzioni in più perché il cristallino dei bambini è più limpido e quindi assorbe maggiormente la radiazione UV, rispetto a quello degli adulti che è più opaco per gli effetti dell’invecchiamento. Nei bambini, quindi, i raggi UV penetrano più profondamente. 

Basti pensare che, da alcuni studi effettuati, è emerso che, nei primi 20 anni, siamo già stati esposti al 50% della totalità delle radiazioni UV a cui saremo esposti nell’intero corso della nostra vita.

Oltre alle “classiche” precauzioni come, indossare abiti o berretti, applicare la crema solare e evitare l’esposizione diretta al sole,  è importante indossare occhiali da sole o occhiali con lenti da vista chiare che offrono una protezione UV completa. Nella scelta delle lenti, è fondamentale che i genitori si informino con l’ottico, spiegando le abitudini e lo stile di vita del figlio per trovare insieme la soluzione più adeguata e sicura.

È poi importante distinguere sempre tra il fenomeno dell’abbagliamento e la radiazione ultravioletta. I raggi UV, sono infatti sempre presenti, indipendentemente dalle condizioni meteo. D’estate come d’inverno i raggi UV sono ovunque. 

 

Written By
More from Stefania Lupi

Diventare madri dopo il tumore: la vita vince due volte

Ogni giorno nel nostro Paese si registrano 30 nuovi casi di tumore...
Leggi Tutto

Lascia un commento