“PALIO DI ASTI” – ASTI – dal 17 al 18 settembre

Il Palio di Asti o Palio Astese (nella sua nomenclatura più arcaica), è  una festa tradizionale astigiana che ha radici medievali nata nell’ambito delle celebrazioni patronali di San Secondo e culmina con una corsa di cavalli montati a pelo, ovvero senza sella.

La terza domenica di Settembre: Milleduecento figuranti in costume medievaleventuno cavalli al canaposi muovono in corteo da Piazza Cattedrale con partenza alle ore 14,00) percorrendo le vie e piazze principali della città adobbata di vessilli e bahdiere.

ASTI 2

L’imponente sfilata che precede la corsa è un grandioso affresco che rievoca la storia medievale della Città: ogni gruppo è preceduto dal Vessillifero che porta i colori del Borgo, Rione o Comune, seguono i figuranti in costume che danno vita ad un tema storico variato ogni anno. I costumi, fedeli riproduzioni d’epoca, sono realizzati dalle sartorie di borgo e si rifanno a dipinti e affreschi di età medievale. Un lavoro minuzioso e certosino per trovare tessuti, fogge e accessori, acconciature e attrezzature storicamente corrette. Basti pensare che per realizzare il costume di una dama vengono impiegati sino a dodici metri di velluto.

ASTI 3

Il Palio, grande drappo di velluto con le insegne di Asti e la raffigurazione del patrono San Secondo, è il «sogno » cui aspirano ben ventuno contendenti.

Ma, per «Palio», si intende la corsa animosa e appassionata che infiamma le terre astesi a settembre. Gli astigiani, quasi a voler raddoppiare la festa, regalano al Santo, ogni anno a maggio, un altro drappo con le medesime insegne. E per i ventuno partecipanti incomincia una spasmodica attesa che dura per il tempo infinito – un paio di minuti! – di ognuna delle tre batterie e della finale. Sette cavalli al canapo per ogni contesa, nove per la finale e migliaia di borghigiani che sperano, tutti, nel miracolo della vittoria. Ma a vincere sarà uno soltanto: il più bravo, il più fortunato e scaltro, il più irruente. La gioia del vincitore è incontenibile.

ASTI 4

Tra le iniziative collaterali, da non perdere il “Palio degli Sbandieratori”, che accende di suoni e colori Piazza San Secondo il giovedì antecedente il Palio: una parata dedicata alla nobile arte della bandiera messa in scena dai gruppi rionali di sbandieratori.
Venerdì, quest’anno in Piazza Statuto, incomincia il mercatino del Palio: ogni Comitato offre curiosi e originali souvenirs rigorosamente confezionati con i colori di ogni borgo, rione e comune partecipante al Palio.
Per cogliere appieno il clima del Palio non mancate alle cene propiziatorie nelle vie e nelle piazze: tra canti, balli, gastronomia e spettacolo si esorcizza la notte della vigilia nell’attesa della vittoria del giorno dopo.

Info biglietteria: 0141 399057 biglietteriapalio@comune.asti.it

www.comune.asti.it/pagina937_informazioni-utili.html

 

Tags from the story
, , ,
Written By
More from Silvano Fusi

IL CARNEVALE IN SICILIA

CARNEVALE DI ACIREALE  (CT)  18 / 28 febbraio  Carnevale di Acireale 18 e...
Leggi Tutto

Lascia un commento