Natale e Capodanno: come valorizzare gli avanzi delle feste

Natale e Capodanno saranno diversi. Si farà festa in gruppi più piccoli e casalinghi, non trascurando, però, la tradizionale attenzione per la tavola e le scelte del vino abbinato a menù speciali e gustosi.


“Quest’anno, a causa dell’emergenza pandemica – commenta il Presidente del Consorzio Tutela del Gavi Roberto Ghio – abbiamo proposto un abbinamento a tutto pasto con Il Gavi Docg nelle sue tipologie – Fermo, Riserva e Spumante – e un menu green e senza sprechi, che ribadisce l’attenzione alla sostenibilità del nostro territorio attraverso il cibo e il vino, consigliati per riutilizzare e valorizzare gli avanzi di cenoni e pranzi natalizi”.

 

“Menu responsabile” con il Gavi Docg per i piatti di recupero

Il “tocco” di classe del Gavi per raffinate ricette realizzate, con quanto inevitabilmente avanzerà sulle nostre tavole, dallo Chef Zero sprechi Franco Aliberti, in dialogo con Lisa Casali, paladina della sostenibilità in cucina e Anna Prandoni, direttore di Gastronomika.

“Più che di recupero – afferma Alibertiparlerei di rigenerazione in cucina di ingredienti ed alimenti che appunto possono ri-generare qualcosa di nuovo e di buono, sia per il palato sia per l’ambiente”.

“Sostenibilità in cucina, a Natale ma anche in tutti gli altri giorni dell’anno – sottolinea Anna Prandoni: non è moda ma assoluta necessità, impegno civile applicato ai fornelli. È una scelta di campo, per piatti che pesino sempre meno sull’ambiente e siano sempre più sani per il nostro benessere”.

Una buona bottiglia di vino non dovrebbe mai avanzare. Ma quelle che si avvicinano saranno feste più contenute con cene e pranzi con meno commensali del solito. Quindi se dovesse rimanere un dito di nettare bianco Gavi DOCG, ecco alcuni consigli dello Chef Franco Aliberti per dargli nuova vita e goderne fino all’ultima goccia.

Una “Tarte Tatin di verdure“(abbinamento: GAVI Classico), “Bottoni rossi all’arrosto“(abbinamento: GAVI Riserva) e “Zabaione al Gavi e panettone” (abbinamento: GAVI Spumante): un menu gustoso, completo dall’antipasto al dolce utilizzando gli avanzi delle feste.

 

Tarte Tatin di verdure

Ingredienti

Per la pasta brisèe

  • 200 gr farina 00 
  • 100 gr burro 
  • 10 gr zucchero 
  • 1 rosso d’uovo 
  • 2 gr sale qb 
  • 20 gr acqua

Per la tarte tatin

  • 1 cipolla rossa 
  • tutte le verdure rimaste
  • 80 gr burro
  • 10 gr zucchero di canna 
  • sale e pepe qb

Procedimento 

  • Lavorate la farina in una ciotola insieme al burro, fatto precedentemente ammorbidire
  • Sciogliete lo zucchero e il sale nell’acqua
  • Lavorate con le mani, in modo da ottenere un impasto liscio
  • Appiattite e chiudete con la pellicola e lasciate riposare in frigo
  • In un pentolino fate sciogliere il burro, quando è sciolto aggiungete la cipolla e lo zucchero
  • Lasciate cuocere finché la cipolla non inizia a caramellare, unite poi le verdure tagliate e cuocete per 10 minuti, insaporite con il timo fresco, sale e pepe. 
  • Lasciate raffreddare
  • Versate nella tortiera o in una padella diametro di circa 24 cm
  • Tirate un disco di pasta dell’altezza di circa 3 millimetri, bucherellatelo e posatelo sulle verdure
  • Cuocete in forno a 185°c per 25 minuti
  • Lascitee raffreddare prima di capovolgere la torta

 

Bottoni rossi all’arrosto

Ingredienti

Per la pasta 

  • 250 gr farina 00 
  • 150 gr barbabietola precotta 
  • 50 gr acqua 
  • sale qb

Per il ripieno

  • 350 gr arrosto rimasto 
  • 100 gr formaggio grattugiato 
  • 1 mazzetto di salvia
  • 1 mazzetto di timo
  • olio extravergine di oliva qb
  • limone
  • sale e pepe qb

Procedimento

  • In un mixer frullate la barbabietola con l’acqua e un pizzico di sale fino ad ottenere una crema
  • Mescolate alla farina la crema di barbabietola aiutandovi prima con una forchetta, poi impastate con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico; appiattite e coprite con la pellicola; lasciare riposare in frigo per 15 minuti
  • Frulliate la carne dell’arrosto con l’uovo, dovrà risultare un composto fine e omogeneo
  • Unite formaggio grattugiato, timo tritato, sale e pepe
  • Dividete l’impasto a metà, stendete con il mattarello su un piano infarinato fino ad ottenere 2 sfoglie rettangolari e sottili qualche millimetro
  • Riempite uno dei rettangoli con il ripieno disponendolo in file distanti circa 3 cm l’una dall’altra, poi sovrapponete l’altro rettangolo di sfoglia e realizzate i ravioli a forma di bottoni
  • Fate cuocere i bottoni in abbondante acqua salata per 2-4 minuti
  • Scolateli e saltateli in una emulsione di burro e acqua aromatizzata con la salvia; se vi è rimasto del fondo dell’arrosto aggiungetelo pure
  • Completate il piatto con pepe e la buccia del limone grattugiata 

 

Zabaione al Gavi e panettone

Ingredienti

  • 2 tuorli 
  • 30 gr zucchero 
  • 60 gr di Gavi di qualsiasi tipologia dovesse rimanere
  • Panettone rimasto 

Procedimento

  • Unite lo zucchero con i tuorli in una ciotola di metallo mescolando con la frusta a mano
  • Aggiungete il Gavi, poi trasferite la ciotola sul fuoco a bagnomaria, sbattendo continuamente per qualche minuto con la frusta per farlo montare, finché non triplica di volume
  • Servite con la fetta di panettone tostata in padella o in forno
Written By
More from Stefania Lupi

Dolore pediatrico in pronto soccorso: un’assistenza a misura di bimbo

I genitori dei bambini con dolore che accedono ai Pronto Soccorso italiani,...
Leggi Tutto

Lascia un commento