Mensa scolastica: per 4 famiglie su 10 è fondamentale per promuovere l’educazione alimentare

La mensa scolastica. Ovvero, i i cibi che ogni giorno i nostri figli consumano a scuola. Per 9 mesi all’anno. Un argomento di importanza fondamentale, visto che il cibo fa parte della crescita. Del resto, un sondaggio SWG per Elior (azienda della ristorazione) ha rivelato che oltre il 40% delle famiglie ritiene la mensa fondamentale per promuovere l’educazione alimentare. 

 Da qui, dunque, emerge l’esigenza di far evolvere il ruolo della ristorazione scolastica in chiave strategica per il benessere delle nuove generazioni, la sostenibilità del pianeta e l’inclusione alimentare con il coinvolgimento di scuole, istituzioni e famiglie.

Da queste premesse nasce la collaborazione fra Elior e The European House – Ambrosetti, che ha dato vita al paper “Il contributo della ristorazione collettiva al benessere e alla sostenibilità delle generazioni future” con 8 policy proposal finalizzate al miglioramento del servizio, in un’ottica di maggiore qualità e contributo alla diffusione di corrette abitudini alimentari.

Il ruolo fondamentale della mensa scolastica per il benessere dei più piccoli è chiaramente individuato anche dalle famiglie nella ricerca  “La qualità del servizio di ristorazione scolastica nella percezione dei genitori”, da cui emerge che oltre il 40% delle famiglie ritiene cruciale il valore educativo della scuola dal punto di vista alimentare. Se infatti oltre il 70% degli intervistati mostra particolare attenzione alla qualità del cibo consumato, quasi uno su cinque ammette di non riuscire a gestire correttamente l’alimentazione dei figli a casa e quasi il 25% evidenzia abitudini scorrette.

 La maggioranza delle famiglie si ritiene soddisfatta del servizio mensa e addirittura la totalità del campione ritiene che, a fronte di quanto erogato, il pasto dovrebbe avere un costo di almeno un terzo in più rispetto ai valori attuali. A conferma della centralità della refezione scolastica, due famiglie su tre indicano come la qualità di questo servizio sia stato un fattore determinante nella scelta della scuola da far frequentare ai figli.

Le policy proposal individuate nel paper “Il contributo della ristorazione collettiva al benessere e alla sostenibilità delle generazioni future” includono suggerimenti per favorire una vera e propria evoluzione di sistema, finalizzati a far evolvere il mondo della ristorazione scolastica da mero fornitore di servizi ad abilitatore di una nuova cultura alimentare, oltre a proposte di innovazioni di carattere strutturale tra cui una revisione dei criteri di assegnazione degli appalti, che vadano nella direzione di un maggiore focus sulla qualità e sullo standard del servizio a livello nazionale, rispetto ai criteri di convenienza economica. Infine, il documento evidenza anche alcune declinazioni operative per i principali interlocutori dell’ecosistema scolastico: per le istituzioni la necessità di creare un piano di investimenti su tutto il Paese, per le scuole l’inserimento dell’educazione alimentare come materia obbligatoria e, per le famiglie, la strutturazione di progetti di formazione e informazione.

 

 

Tags from the story
, ,
Written By
More from Stefania Lupi

APPRODA A MILANO HARD CANDY FITNESS, LA PALESTRA DI MADONNA

Magari non si arriverà ad avere il fisico di Madonna, che a...
Leggi Tutto

Lascia un commento