Le novità da portare in tavola….. per Carnevale!

Il Carnevale è arrivato e con esso lo spirito della festa, dello scherzo, dei travestimenti,  e dell’irresistibile sapore dei cibi fritti!
È antica, infatti, la tradizione di attribuire paste fritte, dolci e ripiene a questa ricorrenza che non risparmia calorie in vista del Martedì Grasso, giorno che chiude la settimana degli eccessi culinari e festaioli. Ma non solo. E se a essere fritto fosse un alimento salato, genuino e di ottima qualità come il pesce fresco?

 

HAPO – Hellenic Aquaculture Producers Organization, il principale ente promotore dell’acquacoltura greca e creatore del marchio collettivo Fish from Greece, non perde l’occasione e propone la sua sfiziosa ricetta di Carnevale: “Fish&Chips di pagro maggiore con salsa tartara e patate”. Un finger food appetitoso. Al centro di questo piatto croccante e gustoso il pagro maggiore, uno dei pesci di mare più notevoli per gusto e aspetto, che si distingue per i suoi tratti inconfondibili del dorso rossastro macchiato di blu e dei fianchi rosa argentati e per la carne soda dal gusto ricco e delicato per una frittura morbida e compatta.

Oltre al pagro maggiore, protagonista della ricetta di Carnevale, l’offerta di pesce fresco greco Fish from Greece comprende altri quattro prodotti di eccellenza: l’orata, il branzino, l’ombrina boccadoro e la ricciola che portano con sé tutto il sapore, il gusto, la freschezza, le proprietà nutritive e la qualità  del pesce d’acquacoltura greca, allevato con la cura di professionisti esperti nei cristallini mari della Grecia, ecosistema ideale per l’allevamento di pesce sano e fresco.

Se concedersi di tanto in tanto una pietanza fritta porta il buonumore, un consumo regolare di pesce fresco e di qualità è sempre consigliato per chi vuole seguire una dieta sana, bilanciata, ricca di benefici per il cervello e per tutto il corpo, grazie all’apporto di acidi grassi essenziali Omega3 – toccasana per la memoria – così come di proteine, sali minerali e vitamine.

FISH&CHIPS DI PAGRO MAGGIORE CON SALSA TARTARA E PATATE
ricetta di Fish from Greece

Ingredienti per 4 persone:

800g pagro maggiore Fish from Greece
600g di patate a pasta gialla
2 spicchi di aglio
2 rametti di rosmarino
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio EVO q.b.
Olio di girasole q.b.

Per la pastella:
50g farina bianca tipo “00”
25g amido di mais o maizena
¼ cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di paprika affumicata
1 cucchiaino di succo di limone
150ml di birra o soda

Per la salsa tartara:
75g di maionese
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaio di cetrioli e capperi sottaceto tritati
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
1 cucchiaino di succo di limone

Procedimento:
Pulire ed eliminare le squame del pagro maggiore partendo dalla coda verso la testa; sciacquare bene il pagro sotto l’acqua corrente fredda e, a questo punto, tagliare il pesce in pezzi di 4-5 cm circa.

Per ottenere delle patate al forno croccanti all’esterno e morbide all’interno, lavare e sbucciare con un pelaverdure le patate e tagliarle in quattro spicchi ciascuna. In una pentola portare a ebollizione abbondante acqua e poi lessare le patate tagliate, trasferirle in una ciotola e condirle con gli aromi a piacere, con l’olio extravergine di oliva, sale e pepe. Preriscaldare il forno in modalità ventilata a 200°, nel mentre predisporre la teglia per la cottura: versare un filo di olio EVO sul fondo, disporre le patate e aggiungere i rametti di rosmarino e i due spicchi di aglio interi, senza sbucciarli. Cuocere le patate in forno per 40 minuti circa fino a che non risulteranno croccanti e dorate, girandole di tanto in tanto per una cottura uniforme.

Per la pastella, unire in una ciotola la farina, l’amido di mais o maizena, un cucchiaino di paprika affumicata e ¼ cucchiaino di lievito in polvere, mescolare. Al mix di polveri aggiungere poi la birra fredda di frigorifero, versarla lentamente e mescolare il tutto con cura e con l’aiuto di una frusta per circa 3-4 minuti, fino a ottenere una pastella omogenea.
Per la frittura: condire i pezzi di pesce con sale e pepe, cospargerli di farina e immergerli immediatamente nella pastella. Far sgocciolare la pastella in eccesso e friggerli, uno per uno, per 3-4 minuti a fuoco medio in abbondante olio di girasole a 160°, senza sovrapporli. Girare e controllare la cottura. Quando il pesce risulterà ben dorato e croccante, rimuoverlo dall’olio e farlo asciugare su carta assorbente mentre si continua con la frittura dei pezzi restanti.

Per la preparazione della salsa tartara, sciacquare e scolare i capperi se sotto sale o i cetrioli; tritare finemente tutte le verdure: erba cipollina e capperi (o cetrioli). In una ciotola, unire la maionese già pronta alle verdure, aggiungere un cucchiaino di senape e un cucchiaino di succo di limone, mescolare accuratamente. Se occorre, aggiungere a piacere del pepe fresco macinato. Prima di servire, lasciare raffreddare la salsa in frigorifero.

Unire le patate al pesce fritto e regolare di sale solo poco prima di servire, aggiungere una ciotolina di salsa tartara vicino al piatto e servire ben caldo.

 

Luca Perego (in arte LuCake), pastry star del mondo social, per il Carnevale propone dei piccoli e perfetti dolcetti per deliziare i nostri palati. I suoi ravioli dolci alle mandorle e cioccolato sono perfetti come merenda o spuntino, da stuzzicare in compagnia.

La dolcezza e la cremosità uniche di Nestlé Il Latte Condensato regalano a questi ravioli dolci una meravigliosa consistenza e un sapore unico.  E se ci fosse qualcuno intollerante al lattosio? Basterà sostituire Nestlé Il Latte Condensato Classico con Nestlé Il Latte Condensato senza lattosio, ottimo sostituto in caso di intolleranze o di una dieta che non ne preveda il consumo.

RAVIOLI DOLCI ALLE MANDORLE E CIOCCOLATO

Ingredienti:

Per la pasta:
300 g di farina 00
80 g di yogurt bianco
200 g di Nestlé Il Latte Condensato
Un pizzico di sale

Per il ripieno:
125 g di farina di mandorle
90 g di Nestlé Il Latte Condensato 50 g di gocce di cioccolato

Per la cottura e la decorazione: 
1 lt. di olio di semi
q.b. di zucchero a velo

Procedimento:
In una ciotola, impastare a mano tutti gli ingredienti destinati alla pasta. Una volta ottenuto un composto omogeneo, formare un panetto, disporlo sul tavolo, coprirlo con la pellicola e lasciarlo riposare 10-15 minuti.

Nel frattempo, dedicarsi al ripieno mescolando assieme tutti gli ingredienti, una volta ottenuta una pastella compatta dividerla in piccoli pezzi da 7g l’uno e arrotolarli fino a formare delle palline.

Dividere l’impasto in 6 parti e iniziare a stenderne una per volta fino ad ottenere 6 strisce di pasta con spessore di 2-3mm, aiutandosi con un mattarello oppure con una macchina tira pasta.

Inumidire 3 strisce di acqua aiutandosi con un pennello da cucina, adagiarci sopra le palline di ripieno tenendole distanziate 3-4cm l’una dall’altra e sigillare il ripieno con un’altra striscia, premendo bene la pasta. Con una rotella ritagliare i ravioli, dando loro una forma quadrata.

In una pentola di circa 20-25cm di diametro, scaldare l’olio fino a raggiungere la temperatura di 175° circa. Cuocere i ravioli dolci in 3-4 tranche, tenendoli sempre girati e mossi con una paletta affinché cuociano su entrambi i lati.

Quando saranno ben dorati, scolarli dall’olio e adagiarli su un piatto con carta assorbente da cucina per farli asciugare bene.

Quando i ravioli si saranno raffreddati, o se si preferisce tiepidi, spolverarli con zucchero a velo e servire.

I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • Prima di utilizzare Nestlé Il Latte Condensato nei due impasti, per questa ricetta, è consigliato lasciarlo riposare in frigorifero per almeno 3-4 ore.
  • È possibile sostituire le gocce di cioccolato, con la stessa quantità di uvetta che a piacere potrà essere precedentemente messa a bagno in acqua e rum.
  • Questi ravioli si conservano a temperatura ambiente.
  • È consigliato gustare i ravioli dolci il giorno stesso, ottimi anche da servire tiepidi.

 

Infine, per festeggiare il Carnevale non potevano mancare le chiacchiere! La proposta Vergani per le “Ciàcer de Milan”, le dolci protagoniste del Carnevale meneghino che con la loro friabile croccantezza rallegrano adulti e bambini, si arricchiscono di tre nuovi sapori.

Chiacchiere al Pistacchio, al Burro di Arachidi e al Caramello Salato: le Chiacchiere Classiche, prodotte con la tradizionale ricetta al burro, vengono proposte insieme a una morbida e ricca crema spalmabile al pistacchio, o burro di arachidi o al caramello salato, per rendere ancora più gustoso il peccato di gola. Completano la gamma le Chiacchiere al Cacao, ricoperte da una golosa glassa al cioccolato.

Per gli irriducibili della tradizione, invece, le Chiacchiere Classiche Vergani, prodotte solo con ingredienti selezionati, si gustano “in purezza”: farina, burro e uova da galline allevate a terra. Leggere e friabili, sono fritte e poi passate al forno, un accorgimento che le rende asciutte e croccanti.

 

 

Written By
More from Stefania Lupi

Influenza: isolare i primi casi è fondamentale

La stagione influenzale è ormai alle porte. A breve, si sentirà parlare...
Leggi Tutto

Lascia un commento