Le novità da portare in tavola e…. non solo!

Farine dal sapore antico ma con un tocco di innovazione per creare pizze croccanti, leggere e a basso contenuto calorico,  le emozioni di san Valentino che  tingono di rosa un grande champagne. 

 

 

Molino Magri affonda le radici della propria storia nella tradizione e nei valori familiari nella produzione di farine e oggi si rinnova presentando due delle farine che meglio esprimono questa evoluzione: CROCKIZZA e DOPPIAESSE.

CROCKIZZA, pensata specificamente per la pizza croccante, come quella in teglia, in pala e alla romana, è una famiglia di semilavorati caratterizzati dalla miscela di farina di grano tenero a bassa raffinazione di Tipo 1, unita a lievito madre facili da lavorare, molto idratabili che garantiscono prodotti dalla #fragrantescioglievolezza e sviluppata alveolatura, rustici, ricchi di fibre e sali minerali.

 

DOPPIAESSE è la farina dalle eccezionali prestazioni studiata da Molino Magri con Marco Quintili. Si ottiene dalla macinazione di grani di forza italiani (Bologna e Bisanzio) parzialmente pregerminati, ricchi di proteine, fibre e sali minerali; gli enzimi naturali benefici, presenti già nel grano, fanno sì che si crei la condizione ricercata attraverso le lunghe lievitazioni. Il risultato è un impasto rilassato, dal grande sviluppo in cottura, per una pizza voluminosa peraltro ottenuta con panetti più leggeri del 10% e in meno di 8 ore di lievitazione diretta. Ideale per produzioni caratterizzate dal bordo estremamente sviluppato e alveolato; la pizza si distingue per leggerezza e #scioglievolezza al palato oltre che per un minor apporto calorico per il consumatore.

Marco Quintili, titolare delle pizzerie I Quintili a Roma, campano d’origine, vincitore del titolo di “Miglior Pizzeria Emergente del Lazio” e recensito tra i top di Roma dalla rubrica I Sapori de La Repubblica, ha realizzato la sua pizza contemporanea dal bordo alto, morbido e leggero e una novità assoluta, la cui ricetta è ancora un segreto: il Battilocchio, una rivisitazione moderna dell’antesignana di tutti gli street food…la pizza fritta!! grazie alla base di riso la riscopriremo in versione leggera e croccante. Marco Quintili è infatti riuscito ad equilibrare tutti gli ingredienti dell’impasto, aggiungendo alle farine per pizza della linea PizzaPlus Molino Magri, la miscela Risatta Rossa, un mix di chicchi di riso rosso interi precotti. Il risultato, un prodotto completamente nuovo e dal colore inedito che, seppur fritto, risulta leggero, croccante e piacevolmente saporito.

 

Veuve Clicquot Rosé fu il primo Champagne a colorarsi di rosa grazie all’intuizione di Madame Clicquot di assemblare l’eccellente vino rosso della regione di Bouzy, ottenuto dalle uve Pinot Noir, con il suo Champagne classico. Ottenne un vino più intenso rispetto allo stile dell’epoca che prevedeva l’uso di bacche di sambuco per colorare i vini. Da allora Veuve Clicquot Rosé sa evocare in chi lo gusta emozioni profonde e conquista con il suo colore luminoso. Rosa come la vita positiva e l’audacia, come il romanticismo e il desiderio, è il fiore all’occhiello dell’appassionato e vivace stile della Maison.

Veuve Clicquot Rosé è un raffinato esempio del savoir-faire nell’arte dell’assemblaggio della Maison. La Cuvée nasce dall’assemblaggio del tradizionale Yellow Label con un 12% di vini rossi provenienti da uve nere selezionate. È uno Champagne che seduce, lasciando un’armoniosa sensazione fruttata al palato. Il gusto unisce note eleganti di frutti rossi freschi e frutta secca. Il colore luminoso, arricchito da attraenti bagliori rosati, conferisce aVeuve Clicquot Rosé una veste romantica, perfetta da proporre per un meraviglioso brindisi.

Un elegante e prezioso coffret racchiude quello che è considerato dalla Maison come l’omaggio tradotto in Champagne: una vera attestazione di riconoscenza a colei che ha reso tutto possibile, Madame Clicquot.
Lo Champagne sprigiona al palato note dolci e fresche di frutti rossi, lampone e fragola, accostate a quelle agrumate dell’arancia rossa e del pompelmo, per terminare con fragranze speziate. Nello stile della Maison, La Grande Dame Rosé 2008 risulta intensa, raffinata e complessa ma con tratti morbidi, grazie a una veste sontuosa color oro rosa e con leggeri riflessi ramati. Vanta un 14% di vino rosso Pinot Noir del Clos Colin a Bouzy, uno degli appezzamenti più antichi di Veuve Clicquot.

Veuve Clicquot Vintage Rosé 2008 è un Millesimato che nasce dall’assemblaggio del 2008 con un 5% di vini invecchiati in botti di rovere provenienti dalle foreste della Francia centrale, per potenziare la complessità e la ricchezza aromatica. Le botti donano allo Champagne aromi legnosi, vanigliati e tostati. La Cuvée si presenta di un colore dorato brillante con sfumature ramate. Al naso si presenta puro ed elegantecon note di frutti rossi freschi e fragranze agrumate, che si sposano perfettamente con note speziate di cannella e vaniglia. Anche qui domina il Pinot Noir che, dopo un attacco chiaro, lo rende più corposo e strutturato. Uno Champagne forte e fresco che donerà al vostro San Valentino un sorprendente finale.

Per un San Valentino innovativo, spazio ai cocktail con Veuve Clicquot Rich Rosé, una rivoluzione nel modo di degustare lo Champagne. Grazie alla collaborazione con espertimixologist, Veuve Clicquot Rich Rosé nasce per essere abbinato a una serie di ingredienti che esaltano in modo naturale gli aromi dei vini, aggiungendo un tocco unico. Il caratteristico vino di Veuve Clicquot, il Pinot Noir, viene ridotto, mentre viene rafforzata la presenza del Pinot Meunier, che ne enfatizza le golose note fresche, fruttate ed eleganti, esaltate dalla presenza di selezionati ingredienti come ananas, zenzero, lime o tè. Veuve Clicquot Rich Rosé si presenta in un packaging argentato e splendente, che riflette la gioia intrinseca della condivisione.

 

Written By
More from Stefania Lupi

Lascia un commento