Le novità da portare a tavola e…. non solo!

Il pomodoro riccio di Parma, il cuore rosso gustoso, varietà autoctona molto antica; una macchina per espresso compatta per preparare un caffè di qualità a un costo accessibile; basi precotte per a pensa veloce anche in versione integrale

 

Grazie all’Associazione degli agricoltori custodi, che ne hanno conservato i semi, si è recuperata la coltivazione del “cuore rosso” di Parma dalle radici ottocentesche, la cui raccolta ancora oggi viene effettuata a mano, nelle “terre rosse” della Pedemontana parmense.

Le “terre rosse” della pedemontana parmense, a sud della città di Parma, sono le zone di coltivazione originarie dell’antico pomodoro Riccio di Parma: una varietà autoctona molto antica e che qui, tra i paesi di Traversetolo e Felino, ha trovato clima e terreno ideali. Ed è proprio in questi giorni che è iniziata la campagna di raccolta che, come una volta, viene ancora effettuata a mano, così come la semina. Il sistema a sostegni permette alle foglie di catturare in modo omogeneo i raggi del sole e ai frutti di crescere più vigorosi e sani.

Rosso, con solcature e “spalla” verde, più grosso rispetto alla maggior parte dei pomodori che si trovano in commercio, il Riccio di Parma è molto dolce, con una punta leggermente acidula. La buccia è sottile, adatto quindi solo a una raccolta manuale. Perfetto sotto forma di passata, si utilizza in cucina in mille modi: dai sughi per pasta, carne e pesce, alla pizza fino ai condimenti per risotti.

Con ogni probabilità presente sulle tavole del Parmense da secoli, è dall’Ottocento che, grazie all’interessamento del professore Carlo Rognoni, la varietà acquisisce una piena dignità e ne viene spinta la produzione. Il noto agronomo parmigiano fu il primo a sperimentare e introdurre nella rotazione agraria la coltura del pomodoro (per secoli utilizzato esclusivamente come pianta ornamentale). Nella seconda metà dell’Ottocento, appassionato agricoltore quale era, iniziò la coltura in campo del Riccio di Parma a “La Mamiana”, il suo podere di Panocchia, oggi sede dell’Agricola Colla, una delle tre aziende che lo coltivano insieme all’Agricola Centrale della Frutta (a Bannone di Traversetolo) e all’Agricola La Torre a Pilastro di Langhirano.

Il professore Rognoni ne intuì in seguito le potenzialità, soprattutto sotto forma di conserva (le prime prodotte erano in forma di panetti). Grazie alla sua determinazione furono in tanti a seguirlo e la produzione del Riccio di Parma divenne parte integrante dell’economia contadina della zona e della cultura agricola. Fu dopo la seconda guerra che la sua coltivazione iniziò ad andare in crisi, con l’avvento dell’industria che aveva bisogno di varietà più idonee alla lavorazione industriale, così che il Riccio tornò agli orti privati per il suo consumo fresco e per la conserva casalinga. L’Associazione degli agricoltori custodi del Riccio, seguendo le tracce del professor Rognoni, ha effettuato studi e selezioni di semi in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, riportando in auge la coltivazione della varietà autoctona.

Il pomodoro Riccio è disponibile al Rural Market di Parma (borgo Giacomo Tommasini 7/B al Rural Market di Parma e dai custodi agricoltori (www.pomodororicciodiparma.it).

 

Sage lancia the Bambino™ , una macchina per espresso manuale compatta che consente di preparare un ottimo caffè di terza generazione a un costo accessibile. The Bambino è il nuovo modello dell’apprezzatissima linea di macchine per espresso a marchio Sage e ha la stessa eleganza di the Bambino™ Plus, un modello che ha riscosso molto successo. Con il suo ‘fratello maggiore’ the Bambino condivide i 4 elementi chiave del caffè di terza generazione: dose ideale, controllo preciso della temperatura, pressione ottimale e vapore adeguato.

Come tutte le premiate macchine per espresso a marchio Sage, the Bambino™ è dotata di una pompa da 15 bar, e relativa valvola di scarico, che consente alla macchina di produrre un’estrazione a 9 bar, la stessa pressione per l’espresso raccomandata dal World Barista Championship.

La macchina per espresso the Bambino™ è in vendita sul sito di Sage Appliances e in punti vendita selezionati.

 

Le  basi precotte Pinsami rappresentano l’alternativa migliore e più rapida per gustare tutta la freschezza e la fragranza di una pinsa come fatta a casa, con le proprie mani. In particolare, la farina di frumento tenero tipo “0” grazie a una elevata idratazione, permette di realizzare un impasto a lunga lievitazione, poco calorico e con elevato contenuto proteico.

La farina di soia, invece, con le sue importanti qualità nutritive, permette di ottenere un ottimo effetto di croccantezza e friabilità senza utilizzare lo strutto suino e con un apporto lipidico nettamente inferiore.

È alla farina di riso che si deve la morbidezza che contraddistingue l’interno della pinsa. A lei spetta il compito di “fissare” l’acqua versata nell’impasto durante la fase di cottura. Infine, la pasta acida di frumento, sapientemente acidificata ed essiccata, conserva tutte le antiche caratteristiche.

Una volta posto in maturazione a temperatura controllata dalle 24 alle 48 ore, i pinsaioli stendono l’impasto rigorosamente a mano conferendo la classica forma allungata. La lunga lievitazione e l’attento monitoraggio dell’umidità fanno sì che l’impasto, soffice e areato, conservi quelle caratteristiche intrinseche che ne fanno un prodotto unico e inconfondibile: superficie croccante e parte interna tenera.

Le Basi precotte Pinsami sono, ora, pronte da scaldare e da farcire come più si desidera. Bastano solo cinque minuti di cottura in forno per preparare un pasto veloce e gourmet  Sono buonissime anche semplicemente condite con un filo di olio e rosmarino, come sostitute del pane per accompagnare un tagliere di salumi e formaggi. Deliziose con le verdure, con la classica mozzarella e polpa di pomodoro e altrettanto strepitose con i sapori forti e piccanti. Per i palati golosi, la pinsa è perfetta con crema di cioccolato, granella di nocciole e frutta fresca. La pinsa può essere riscaldata per essere gustata in un’altra occasione.

Le basi precotte Pinsami sono disponibili anche nella nuovissima versione a base di farina integrale. L’impasto, sempre preparato rigorosamente a mano, contiene crusca, cruschello, mix di semi e germe di grano. Ricco di fibre e dal perfetto equilibrio di gusto e salute, garantisce la stessa croccantezza, digeribilità e il gusto unico di Pinsami.

 

 

 

Written By
More from Stefania Lupi

SALUTE E BUON CIBO IN PIAZZA : stili di vita salutari contro il cancro

C’è una importante novità  quest’anno in occasione della XVII Settimana Nazionale per la...
Leggi Tutto

Lascia un commento