L’anima green di Francoforte

Se durante l’estate avete in programma un giro in Germania, passate da Francoforte. Francoforte, infatti, vi stupirà perché è una città dall’anima green.

La città promuove lo sviluppo urbano sostenibile, sostenendo progetti privati, comunitari e commerciali di questo tipo. I parchi naturali di  sono meravigliosamente diversi tra loro, si va da fitte foreste a prati verdi, da frutteti a fiumi, torrenti, laghi e stagni.

Francoforte è anche conosciuta come una città molto efficiente dal punto di vista energetico. Qui infatti si trovano il maggior numero di case solari passive e di tutta la Germania. L’Agenzia per l’energia della città di Francoforte offre speciali climatizzatori di edifici sostenibili, mostrando ai partecipanti quanto può essere interessante e attraente la protezione del clima e l’architettura sostenibile. Vengono organizzati, per informare e sostenere questo settore, dei “Climatours” per visitare le costruzioni sostenibili e mostrare ai partecipanti come l’architettura green può essere interessante e facile da applicare.

Francoforte è anche in prima linea per quanto riguarda la cura e la manutenzione dei suoi alberi, tanto da essere premiata come European City of the Trees in 2014. 

Quasi il 52% della città è costituita da spazi verdi aperti e distese di acqua. Francoforte ospita anche circa 160.000 alberi e 1.400 tipi di piante, tra cui 120 specie particolarmente rare, i parchi in città sono ben 40.

Uno degli esempi più particolari è il parco che si sviluppa lungo la sponda settentrionale del fiume Meno, tra Friedensbrücke e Untermainbrücke, gli amanti della natura troveranno un’oasi di verde del tutto inaspettata, con palme, fichi e alberi di agrumi che fioriscono accanto ad altre forme di flora mediterranea. Grazie alla sua posizione esposta a sud, al riparo delle pareti del molo e al beneficio della luce del sole che si riflette sul fiume, questa posizione naturale, conosciuta come i “Giardini di Nizza” (in omaggio alla città balneare francese), ospita una varietà di piante esotiche che altrimenti non prospererebbero nel clima locale. Con una superficie di 4,42 ettari, questo micro-paesaggio è uno dei più grandi giardini mediterranei accessibili al pubblico a nord delle Alpi.

Altra particolarità: la collina di Lohrberg, che rientra nel territorio cittadino ospita uno degli ultimi vigneti urbani rimasti in città. La breve passeggiata in salita vale la pena, il punto più alto offre magnifiche viste panoramiche sullo skyline di Francoforte, la pianura principale, la bassa catena montuosa di Spessart e le creste dell’Odenwald, . Per uno spuntino consigliamo di fermarsi nella Main-Äppel-Haus, scenograficamente situata sul Lohrberg, che offre ai visitatori una gustosa selezione di cibi naturali. 

Un’ ultimo esempio del lato naturale di Francoforte è uno dei piatti tipici della cucina locale, ovvero la famosa salsa verde di Francoforte, che viene preparata utilizzando sette erbe aromatiche diverse. E poi ricorda, a Francoforte, tutti pensano in verde, anche quando mangiano!

http://www.frankfurt-tourismus.de/

 

 

Written By
More from Stefania Lupi

E’ lombardo il primo Intergruppo consiliare regionale per la tutela dei diritti dei pazienti onco-ematologici

E’ stato raggiunto un nuovo importante traguardo per il progetto “La salute:...
Leggi Tutto

Lascia un commento