INTIMISSIMI SOSTIENE LA “BREAST UNIT” DELL’ISTITUTO NAZIONALE DEI TUMORI “REGINA ELENA” DI ROMA

Il marchio di lingerie Intimissimi sceglie di affiancare e sostenere la “Breast Unit” dell’Istituto Regina Elena di Roma.
Troppo spesso ci si dimentica infatti che dopo la diagnosi, dopo l’operazione, le cure e la guarigione, una donna ha ancora bisogno di attenzione: essere accompagnata, incoraggiata ed aiutata a ritrovare e credere nella propria femminilità.
Per questo il Prof. Roy De Vita – coordinatore della Breast Unit all’istituto Regina Elena di Roma – ha studiato insieme ad Intimissimi, in base alle esigenze delle pazienti nelle varie fasi post-operatorie, i reggiseni che, per forma e caratteristiche, si adattano in maniera ottimale ad un seno operato, scegliendo tra i venti modelli di reggiseni proposti dal brand.

RSP79B_5559_F
Saranno proprio questi reggiseni i protagonisti delle “giornate rosa” nei punti vendita Intimissimi.
Dal 21 al 29 maggio si vestiranno infatti con un fiocco rosa, colore femminile per eccellenza.
I reggiseni coinvolti nel progetto saranno i modelli Daniela, Sara e Francesca, uniti ad un capo a balconcino della collezione moda e una brassière della serie active.
Scelti per le loro caratteristiche anatomiche e tecniche, sono tutti modelli che una donna può indossare alla fine del suo percorso, ovvero quando desidera riappropriarsi e ritrovare la propria femminilità.

 
Questi capi, grazie a ferretti strutturati in modo più aperto – che meglio abbracciano il seno – ( modelli Daniela e Francesca), risultano ottimali alla scelta.
Anche Sara, che avvolge e solleva senza costrizioni, è stato indicato dal team tra i modelli selezionati.
La scelta della variante in pizzo ha un ruolo importantissimo a livello psicologico per ritrovare la propria sensualità, per tutte le pazienti che hanno finito il loro percorso ricostruttivo
Il modello Intimissimi di tendenza della serie active è rivolto in modo specifico invece al delicato momento dell’immediato post-operatorio. Si tratta di una brassière aperta sul davanti senza coppe e ferretti, che mantiene la pelle a contatto del cotone.
Intimissimi è da vent’anni vicino alle donne e con questo progetto riconferma grande attenzione e sensibilità alle tematiche che riguardano l’universo femminile.

 

RBD1181_5500_F

L’Istituto Regina Elena di Roma è un IRCCS, cioè un Istituto pubblico a Carattere Scientifico di Ricerca e Cura dei Tumori. 
La BREAST UNIT è invece un’organizzazione interna all’Istituto che si prende cura della paziente dal momento della diagnosi fino alla fine della terapia ed è formata da un team di professionisti di tutte le specialità coinvolte nella patologia, che sono nel loro lavoro quotidiano prevalentemente dedicati al tumore mammario. Oncologi, Chirurghi Senologi e Chirurghi Plastici, Radiologi, Radioterapisti, Genetisti, Psiconcologi, Cardiologi, Fisiatri,… Entro la fine del 2016 per Direttiva Europea, le Breast Unit dovranno essere presenti in tutti gli ospedali che tratteranno il mammario carcinoma mammario.
Al Regina Elena l’organizzazione è coordinata da Roy De Vita – Primario della Struttura Complessa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva .  Ad oggi tratta oltre seicento nuovi casi di tumore mammario all’anno, con settemila pazienti in cura e duemilasettecento che vengono seguiti in follow-up. In Italia, ogni anno ci sono 40.000 nuovi casi di tumore della mammella, che è il tumore più frequente tra le donne (29%) con un dato però molto confortante che è la sopravvivenza a 5 anni pari circa al 90%. Parliamo quindi oggi non più di aspettativa di vita ma di qualità di vita.

Tags from the story
,
Written By
More from Stefania Lupi

Crackers vegan: gusto e salute

Le migliori materie prime biologiche, senza olio di palma, per fragranti snack...
Leggi Tutto

Lascia un commento