Il mal di gola? E’ donna!

Il 68% degli italiani è stato colpito dal mal di gola almeno una volta negli ultimi mesi;  chi lavora ne è più soggetto, e a soffrirne di più sono le donne e i giovani.  Questa, in sintesi, la fotografia del mal di gola emersa dall’indagine condotta dall’istituto di ricerca SWG, che ha coinvolto negli ultimi 12 mesi il 68% degli italiani.

Dalla ricerca, che ha coinvolto un panel di uomini e donne maggiorenni rappresentativi della popolazione italiana, emerge dunque che il mal di gola è donna. Le donne infatti ne soffrono più spesso, per tutto l’arco dell’anno e sono quelle che per tutto l’anno stanno più attente a prevenirlo.
Le donne (73%) e i più giovani (79% della fascia di età compresa tra i 18 e i 34 anni) sono coloro che soffrono maggiormente di mal di gola.
Chi lavora (74%), e soprattutto chi lavora con la voce, è più soggetto a questo fastidio, che sembra colpire più al sud e nelle Isole (75%) rispetto al resto della Penisola .

 

Secondo l’indagine condotta da SWFG per NeoBorocillina, emerge che l’aria condizionata (63%), gli sbalzi di temperatura (66%), le correnti d’aria (38%) e le infezioni virali o batteriche (29%) sono le principali cause associate dagli italiani al mal di gola in primavera/estate.

Per chi soffre di mal di gola, è molto importante che un farmaco sia efficace (76%), risolva il problema alla radice (62%) e, soprattutto per chi utilizza la propria voce spesso anche in ambito lavorativo, dia sollievo a lungo (57%) e agisca subito (56%). Le forme farmaceutiche preferite per curare il mal di gola sono spray per la gola (32%) e pastiglie da sciogliere in bocca (32%), che vengono assunte prevalentemente al bisogno in qualsiasi momento della giornata. Le bustine da sciogliere in acqua sono utilizzate attualmente dalla maggior parte dei sofferenti (due terzi). Si registra inoltre un notevole interesse a provare un farmaco in bustine da sciogliere in acqua con una formulazione specifica per il mal di gola (74% molto/abbastanza).
Il mal di gola non è sempre uguale e può manifestarsi con diverse intensità. Tra coloro che soffrono di mal di gola, più della maggioranza degli intervistati (76%) sente un fastidio molto o abbastanza intenso, e un terzo (33%) non riesce proprio a sopportarlo.
Per quasi la metà (44%) dei sofferenti, il momento migliore in cui assumere un farmaco contro il mal di gola è non appena si percepisce il primo sintomo, e per una stessa quota di persone dopo qualche giorno se il sintomo non passa.
Il mal di gola è un malessere che indispone. Rende infastiditi la maggior parte degli italiani che ne soffrono (tre quarti), nervosi la metà e affaticati un terzo. Le donne, più degli uomini si sentono affaticate e anche abbattute dal mal di gola, tanto da aver rinunciato a momenti lavorativi e legati alla vita privata a causa del mal di gola.

In generale quindi, dalla ricerca emerge che il mal di gola per gli italiani è una problematica molto diffusa, ma le principali cause, i momenti di sofferenza correlati, e di conseguenza i possibili rimedi per curarlo, possono essere differenti. In particolare i consumatori moderni, che sono sempre più informati ed esigenti rispetto al passato, cercano prodotti ad hoc con specifiche caratteristiche. Emerge inoltre l’interesse verso un prodotto  in bustine con indicazioni specifiche per la terapia del mal di gola senza obbligo di ricetta medica.

 

Written By
More from Stefania Lupi

Il Polo del Sorriso

Nel circolo del Polo più antico di Roma il brand Compagnia Italiana...
Leggi Tutto

Lascia un commento