FOODBARRIO: NASCE IL PRIMO SOCIAL COMMERCE DELLE ECCELLENZE GASTRONOMICHE 

Lardo al mirto, miele di rododendro, speck d’oca…. quante sono le eccellenze gastronomiche italiane sconosciute ai più? Tantissime. Ma ora, grazie al  turismo enogastronomico che cresce ogni anno di più, c’è l’occasione per conoscere nuovi tesori agroalimentari, frutto di cultura e tradizioni millenarie. L’Italia, in questo, è il Paese che vanta una storia lunghissima in fatto di cibo. È proprio andando in giro per cantine, osterie ed agriturismi che gli amanti del cibo hanno scoperto quel tessuto di piccole eccellenze italiane, altrimenti sconosciute. 

Ed ecco quindi l’idea alla base di Foodbarrio: promuovere l’eco-sostenibilità delle produzioni agricole valorizzando le eccellenze Made in Italy, attingendo a quel patrimonio in qualsiasi momento, potendo godere anche in città di quei cibi scoperti altrove.

Foodbarrio è un luogo di incontro virtuale che mette in contatto cultori del mangiar bene e piccoli produttori locali. Un ecosistema virtuoso che valorizza le piccole aziende premiando la genuinità, la biodiversità dei prodotti e la trasparenza dei processi produttivi.

Un mercato online grande quanto l’Italia che reinventa il commercio del cibo regionale. 

Qui si possono scovare eccellenze gastronomiche introvabili altrove come il lardo al mirto con sale marino sardo stagionato per 10 mesi in conche di marmo, lo speck d’oca prodotto da oche allevate rigorosamente all’aperto con mangimi naturali e ancora la tahina, la crema di sesamo ottenuta dalla tostatura di semi coltivati con dedizione da oltre 60 anni, il miele di rododendro, presidio slow food, composte di lamponi dei Monti Cimini realizzate in abbinamento a lavanda o cardamomo e molto altro… 

Gli artigiani del cibo possono raccontarsi e farsi conoscere quindi anche ad un pubblico che non può fisicamente entrare in contatto con loro e gli appassionati di specialità tipiche possono vagare virtualmente per cantine, frantoi, caseifici, norcinerie, agriturismi, acquistando direttamente dai produttori ed entrando in contatto con luoghi, storie e tradizioni fino a quel momento nascosti. 

Attraverso Foodbarrio i buongustai ritrovano anche la dimensione sociale del cibo: possono infatti chattare direttamente con i produttori e condividere la passione per il buon cibo e le proprie esperienze con la community attraverso storie, recensioni e ricette.

I prodotti sono i vendita scaricando l’app Foodbarrio su Apple Store e Google Play e al link https://www.foodbarrio.com

 

Written By
More from Silvia Bianchi

Fibrosi Polmonare Idiopatica; un progetto facilita la diagnosi garantendo rapido accesso ai trattamenti


La Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) è una malattia rara, poco conosciuta e...
Leggi Tutto

Lascia un commento