Farmaci ospedalieri essenziali consegnati a domicilio per oltre 3.000 pazienti cronici lombardi 

Oltre 3.000 pazienti lombardi affetti da malattie croniche non dovranno più recarsi presso le farmacie ospedaliere per ritirare i medicinali di cui hanno periodicamente bisogno. È questo il risultato di un’intesa con la Regione Lombardia, per la quale Amgen Italia garantirà, per tutta la durata dell’emergenza Coronavirus, la consegna a domicilio di propri farmaci ai pazienti in trattamento.

 

Con questa iniziativa, in linea con le misure adottate a livello nazionale e regionale per il contenimento dell’infezione e con la campagna #iorestoacasa, si punta a evitare che le persone particolarmente fragili siano costrette a uscire di casa per accedere alle strutture ospedaliere, assicurando loro la continuità assistenziale a domicilio. L’obiettivo è scongiurare che questi pazienti si espongano a un doppio rischio: quello dell’infezione da COVID-19 e quello di un aggravamento della loro condizione per mancanza dei trattamenti appropriati.

Al programma sono interessati i pazienti in cura per diverse patologie croniche, tra queste: psoriasi, artrite psoriasica, artrite reumatoide, malattia di Crohn e porpora trombocitopenica autoimmune, oltre all’ipercolesterolemia. Sono tutte malattie per le quali sono indicati farmaci biotecnologici Amgen e che, su prescrizione medica, vengono messi a diposizione esclusivamente dalle farmacie ospedaliere.

Ai pazienti cronici e in trattamento per queste patologie con i farmaci Amgen non è richiesto di fare nulla. Saranno contattati direttamente dal personale degli ospedali presso cui sono in cura per la consegna a domicilio  

“Va in questa direzione il programma che, d’intesa con Regione Lombardia, abbiamo attivato per sostenere i pazienti affetti da malattie croniche che, in questa situazione di emergenza, devono poter sempre contare su farmaci per loro essenziali – spiega Soren Giese, Presidente e Amministratore Delegato di Amgen Italia. Questa iniziativa si va ad aggiungere a quella di home delivery lanciata nei giorni scorsi, oltre alla donazione al welfare lombardo effettuata nei primi giorni dell’emergenza. E l’impegno di Amgen certamente non si fermerà qui”. 

Amgen Italia, che copre interamente i costi dell’operazione, per il ritiro dei farmaci dalle farmacie e la consegna ai pazienti, collaborerà con PHSE, azienda leader in Italia nel trasporto di prodotti biofarmaceutici, un’attività che prevede rigidi protocolli di sicurezza, in particolare per quanto riguarda il controllo della temperatura durante il trasferimento dei medicinali.

 

Written By
More from Valeria Rossini

Il benessere in una mela

La Val Venosta è una terra di sapori e tradizioni inconfondibili. Lassù...
Leggi Tutto

Lascia un commento