ECOANSIA – I CAMBIAMENTI CLIMATICI TRA ATTIVISMO E PAURA

Ansia e depressione sempre più associati all’emergenza climatica: una vera e propria minaccia esistenziale del nuovo millennio.

L’ecoansia è ormai un’esperienza emotiva molto comune nella società occidentale, quell’emozione di affanno e preoccupazione che qualcosa di dannoso, minaccioso e terribile possa accadere da un momento all’altro, rivolta nei confronti dell’ambiente naturale (Clayton, 2020). Se dieci anni fa, nei Paesi sviluppati, molti consideravano il cambiamento climatico come qualcosa di distante in termini di tempo e di spazio, oggi questo è associato a un aumento dei tassi di stress post-traumatico, di ansia e depressione, che non riguarda solo chi viene direttamente colpito dalle catastrofi ambientali, ma anche chi si preoccupa dell’enorme minaccia che l’emergenza ambientale rappresenta. La risposta delle persone a queste problematiche dipende da un’ampia varietà di fattori, ma nessuno è del tutto al sicuro: se le persone non affrontano insieme l’impatto di un evento avverso, il senso di coesione collettivo ne risente e i vantaggi del vivere in società diminuiscono. La minaccia esistenziale posta dal cambiamento climatico è ben più profonda delle semplici conseguenze fisiche.

Studiando e portando alla luce gli impatti del cambiamento climatico sulla salute mentale, con Ecoansia Matteo Innocenti intende mettere in guardia le persone da una minaccia psicosociale sempre più pressante, e attirare maggiore attenzione su questa tematica. Dopo aver descritto le principali conseguenze psicologiche possibili, l’autore mira quindi a promuovere un’analisi delle strategie per migliorare l’assistenza globale alla salute mentale davanti alla sfida posta dall’emergenza clima, passando in rassegna le strategie utili a ridurne gli effetti sulla vita e sulla salute delle persone, e offrendo dei questionari di autovalutazione sulla consapevolezza dell’impatto ambientale delle proprie azioni e di quanto queste incidano sulla propria salute mentale.

L’autore – Matteo Innocenti è medico chirurgo, psichiatra, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e terapeuta EMDR. Lavora presso il Centro di Terapia Cognitivo Comportamentale di Firenze (CTCC) e collabora con l’Università degli Studi di Firenze indagando l’impatto psicologico dei cambiamenti climatici sulla popolazione generale. Ha validato in italiano la scala di valutazione dei livelli di ecoansia (Climate change anxiety scale) e quella sulla preoccupazione da cambiamento climatico (Climate change worry scale). È Ambasciatore del Patto europeo sul clima per la Commissione europea e membro di Euclipa Italy. È autore di varie pubblicazioni e libri scientifici.

Edizioni: Erickson

Pagine: 152

Prezzo: 16,50€

In libreria: 22 aprile 2022

 

 

Written By
More from Severina Cantaroni

GIORNATA MONDIALE DEL SONNO: 10 SEGRETI PER MIGLIORARE LA RESPIRAZIONE NOTTURNA E PREVENIRE LE APNEE

Venerdì 17 marzo si celebrerà la Giornata Mondiale del Sonno, organizzata dalla...
Leggi Tutto

Lascia un commento