‘DORO’, LO SMARTPHONE PER PERSONE AFFETTE DA DISABILITÀ VISIVE

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono oltre 285 milioni le persone affette da disabilità visive nel mondo, 39 milioni i ciechi totali e 246 milioni gli ipovedenti, di cui il 90% oltre i 65 anni. In Italia, i non vedenti sono 380mila e 1 milione gli ipovedenti.
Per venire incontro alle esigenze di comunicazione di questa popolazione, Doro, leader mondiale nel mercato della telefonia semplificata per utenti senior, in partnership con Claria, fornitore pluripremiato di soluzioni mobile per persone affette da disabilità visive, hanno realizzato due nuovi smartphone, pensati e sviluppati per consentire anche a questa importante categoria di utenti di avere un telefono di riferimento.

Sia Doro 820 Claria che la versione pocket, Doro 820 Claria Mini, sono stati sviluppati per utenti non vedenti con un’accessibilità semplice e intuitiva. Il design è robusto e offre all’utente suonerie amplificate, una facile maneggevolezza e tasti fisici.

Il sistema integrato Vox Claria offre punti di riferimento concreti sullo schermo. Gli utenti possono così identificarli e imparare a utilizzare correttamente lo smartphone. La speciale copertura fornisce dei punti fisici all’utente, tra cui un rilievo sul tasto numero 5 della tastiera e delle forature per separare i tasti numerici da quelli di navigazione, facilitando l’utilizzo del touch screen.

Il software Vox Claria integra un’interfaccia multimediale parlante che funge da guida per l’utente, e rappresenta un aiuto concreto durante tutte le sue attività quotidiane e durante l’utilizzo dello smartphone stesso. La voce guida l’utente passo per passo attraverso l’utilizzo delle funzionalità. La tecnologia Doro offre un suono chiaro e nitido.

La fotocamera dello smartphone agisce come un sensore intelligente all’interno del device: tra le diverse funzionalità integra il sistema di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR), per leggere all’utente quello che sta inquadrando con il telefono, oltre che il riconoscimento dei colori, una funzionalità che può risultare utile durante l’acquisto di un regalo o mentre si sceglie l’abbigliamento da indossare la mattina. La guida vocale integrata accede inoltre al lettore musicale, alla posta elettronica, a Internet e alle app per la lettura di libri, offrendo un’esperienza di utilizzo unica, semplice e completa dello smartphone grazie anche a un’interfaccia molto intuitiva.

Tags from the story
,
Written By
More from Stefania Lupi

Tonno Mareblu si tinge di rosa, nuovamente “promotore” della Campagna Nastro Rosa Lilt

La partnership tra Mareblu e Lilt – Lega Italiana per la Lotta...
Leggi Tutto

Lascia un commento