Diabete di tipo 1: partita LA SECONDA EDIZIONE DELLA #BLUEBALLOONCHALLENGE

Promuovere una migliore comprensione di cosa significhi vivere oggi con il diabete di Tipo 1, una condizione che interessa circa 300mila italiani e che può insorgere già nell’infanzia o durante l’adolescenza. È l’obiettivo di  Blue Balloon Challenge, una campagna internazionale di sensibilizzazione sul diabete di Tipo 1  per aiutare a combattere pregiudizi e stereotipi e cambiare la percezione sul diabete attraverso una social challenge e un video emozionale.

Una campagna digitale che, attraverso la metafora di un palloncino blu tenuto in equilibrio durante le attività quotidiane, si propone di far comprendere la condizione di vita e le sfide che ogni giorno le persone con diabete di Tipo 1 sono chiamate ad affrontare.

Per questa seconda edizione, oltre a diverse iniziative di sensibilizzazione rivolte al grande pubblico, la campagna prevede anche la donazione di fondi (5 euro per ogni contenuto condiviso) in favore di Life for a Child, un’organizzazione non profit che si occupa di fornire insulina salvavita e dispositivi medici base ai bambini con diabete nei paesi in via di sviluppo.

Il diabete di Tipo 1  si manifesta quando il corpo non produce insulina o ne produce una quantità insufficiente, generando un eccesso di glucosio nel sangue. A differenza del diabete di Tipo 2, non è possibile prevenirlo e non si sviluppa come risultato di un particolare stile di vita. In Italia sono circa 300mila le persone che soffrono nello specifico di diabete di Tipo 1, pari allo 0,5% della popolazione, con un’incidenza di 8.1 bambini su 100.000 ogni anno. Si tratta di una condizione cronica che in genere insorge nell’infanzia o nell’adolescenza, ma può manifestarsi anche negli adulti. Dal diabete di Tipo 1 non si guarisce, ma è possibile tenerlo sotto controllo rispettando la terapia insulinica, seguendo una dieta sana e impegnandosi nell’attività fisica.

Oggi la terapia per il diabete di Tipo 1 è facile da gestire: le persone con diabete possono raggiungere un ottimo controllo dei valori della glicemia e vivere una vita normale e libera sotto tutti gli aspetti. Tuttavia, questa condizione incide ancora in maniera importante sulle abitudini e sul vissuto quotidiano di chi ne soffre scandendo ogni momento della giornata.

Per rendere “visibile” l’impatto di questa condizione la Campagna #BlueBalloonChallenge ha scelto il linguaggio della metafora: in un“Video” la sfida quotidiana delle persone con diabete viene rappresentata come un esercizio di equilibrio nel tenere sospeso in aria un palloncino mentre si svolgono le attività più comuni, come prepararsi per uscire, fare i compiti, accudire un neonato e praticare uno sport.

Il video (https://medtronic-diabete.it), mostra scene di vita comune in cui i pazienti, pur conducendo una vita normale, non possono mai ignorare la propria condizione a differenza invece di chi è intorno a loro che, a volte, non percepisce e quindi non comprende le sfide che affrontano.

Written By
More from Valeria Rossini

Prospettiva rosea: dedicato alle donne

Quali sono gli ingredienti per raggiungere il benessere e l’equilibrio, anche quando...
Leggi Tutto

Lascia un commento