Contraccezione: i consigli per un’estate senza pensieri

E’ bene ricordarlo, anche se in vacanza molti abbassano la guardia: la contraccezione non va in vacanza! La salute viene sempre al primo posto . Dunque, ecco 7 preziosi consigli suggeriti dalla Dottoressa Manuela Farris, specialista in Ginecologia e Ostetricia e membro della Società Italiana di Contraccezione (SIC). 

“D’estate, si è più disposti a lasciarsi andare, a socializzare, facendo nuove conoscenze o rinsaldando un rapporto spento dalla routine e dallo stress” spiega la Dottoressa Farris, “ma non dimentichiamo che la nostra salute ha sempre la priorità. Per questo continua a essere importante che donne e uomini si prendano cura della propria salute sessuale con una buona prevenzione e seguendo alcuni consigli”.

Ecco le raccomandazioni dell’esperta:

1 – Non sospendere la pillola anticoncezionale. Solitamente – soprattutto per le pillole di prima generazione – era consigliato, dopo un anno o due, di saltare un paio di cicli. Quando le si interrompeva, quindi? In estate, in concomitanza con le vacanze. “Oggi il dosaggio ormonale delle pillole è ridotto – spiega la Dottoressa Farris e, se si è trovato il prodotto ideale per sé, non è assolutamente consigliato uno stop, a meno che non sia il proprio medico a consigliarlo”.

2 – Fare visite periodiche dal ginecologo in vista delle vacanze e al rientro. “Il ginecologo è una delle figure di riferimento per le donne. Dovrebbe saper fare anche da psicologo in modo da conquistare la loro fiducia e consigliare il metodo contraccettivo più adatto alle loro necessità anche prima di partire. Mentre al rientro, può essere utile nel caso si rilevino alcune problematiche o irregolarità”.

3 – No a comportamenti irresponsabili. Prima di iniziare una relazione ricordiamoci del rispetto per sé e il partner: il preservativo, abbinato a un contraccettivo ormonale, garantisce una doppia protezione. Avverte la Dottoressa Farris. “Bisogna essere prudenti! Spesso si è anche convinti di proteggersi e invece si fanno degli errori clamorosi. A settembre le visite dai ginecologi crescono del 30 per cento rispetto alla media del resto dell’anno a causa di ‘distrazioni’ estive”. 

4 – Baciarsi. Baciare non è solo un gesto positivo che favorisce piacere e benessere mentale, ma anche un vero e proprio toccasana per la nostra salute fisica. “I baci riducono lo stress, alleviano il mal di testa, tengono sotto controllo i livelli di colesterolo, rendono la pelle più bella e rafforzano le difese. Quindi perché non approfittarne?”

5 – Mettere al riparo la pillola dal sole. Meglio non rischiare; come i preservativi, bisogna mettere al riparo da caldo e sole anche la pillola. E se si viaggia in aereo, meglio portare la pillola con sé nel bagaglio a mano per evitare sbalzi di temperatura. Anche la pelle va protetta dal sole per evitare eritemi, ma la pillola può causare eritemi o eczemi? “No, mai: non è la contraccezione ormonale a causare episodi di fotosensibilizzazione, ma un’esposizione sconsiderata ai raggi solari”. 

6 – Pillola e jet lag. Occhio a rimettere la sveglia che ci ricorda di assumere la pillola in base all’orario del luogo in cui siamo arrivati in vacanza. Un esempio pratico: se in Italia siamo abituati a prendere la pillola alle 20, e il jet lag del luogo prescelto è in avanti di tre ore, il contraccettivo dovrà essere assunto alle 23.00. E se sbagliamo orario? “Niente paura, perché gli estroprogestinici contenuti nelle pillole di ultima generazione hanno una lunga durata in grado di bloccare l’ovulazione fino a 48 ore. Il metodo contraccettivo non viene compromesso entro tale limite di errore”.

7 – Usare il metodo contraccettivo più adatto a sé. “La sessualità riguarda la coppia e, quindi, anche la decisione relativa al metodo contraccettivo da usare. I criteri per una scelta informata e consapevole di un metodo contraccettivo sono diversi, in base alle differenti necessità ed esigenze, anche per evitare gravidanze indesiderate e vivere serenamente l’intimità di coppia”. Per sciogliere ogni dubbio basta visitare il sito Sceglitu della Società Italiana Ginecologia e Ostetricia (SIGO), rivolgersi al proprio ginecologo e seguire la campagna #dilloatuasorella insieme a La Pina di Radio Deejay sul canale Instagram My Contraception Italia. 

Written By
More from Stefania Lupi

I pori dilatati non risparmiano nessuno e la loro dilatazione è una...
Leggi Tutto

Lascia un commento