Bologna Granitium: la risposta alle esigenze di una cucina buona e salutare

Cuocere significa sostanzialmente porre sul fuoco un recipiente contenente sostanze organiche fino a riscaldarne il contenuto e renderlo commestibile, ma per chi ama la cucina ha un significato più profondo: rendere il contenuto eccellente.

Quanto conta in tal senso lo strumento di cottura e quali sono gli elementi base da considerare per scegliere quello giusto?

Bologna Granitium, la nuova collezione di utensili di cottura firmata Ballarini, adotta accorgimenti tecnico-qualitativi che si fanno portavoce di una cucina gustosa e salutare.

L’alto spessore dell’alluminio consente un’ottima distribuzione del calore, accorgimento fondamentale per evitare punti di surriscaldamento del fondo che potrebbero compromettere la corretta cottura dei cibi.
Il rivestimento interno Granitium, rinforzato con particelle minerali, oltre a mantenere le sue indiscutibili doti di antiaderente consente risultati straordinari anche in caso di cottura alla piastra: già a 200°C si ottiene infatti una perfetta reazione di Maillard, un grande vantaggio se si considera che superati i 250°C le proteine perdono le loro proprietà nutrizionali.

La pentola ha raggiunto la temperatura di inizio cottura? Posso abbassare la fiamma per sfruttare il calore ed evitare sprechi di energia? La pentola è tornata fredda? Posso appoggiarla sul tavolo, toccarla e lavarla senza problemi? Chi cucina si fa domande ricorrenti. A queste domande risponde Thermopoint con il familiare codice rosso/verde di una cella termosensibile posta alla base del manico. Thermopoint diventa rosso quando la pentola è calda al punto giusto per la cottura e ritorna verde quando – finita la cottura – la pentola è di nuovo fredda e può essere tranquillamente lavata, toccata, appoggiata.

thermopoint-brevetto-salva-energia-ballarini

E infine la possibilità di cuocere su piani a induzione.  La collezione Bologna Granitium è dotata di Radiant, l’ultimo brevetto Ballarini specifico per fondi a induzione: consente il quasi totale utilizzo dell’energia elettrica erogata ed eccellenti performance in termini di stabilità del fondo. In base ai capitolati dettati da LGA, il brevetto Radiant è il primo fondo Ballarini che passa i criteri di concavità in relazione agli spessori di applicazione più bassi in assoluto: ne consegue un utilizzo più ridotto di alluminio e un ottimo risultato in termini di competitività economica.

Written By
More from Stefania Lupi

Anche la musica può aiutare il concepimento

La musica nell’apparato riproduttivo della donna potrebbe aiutare ad aumentare le possibilità...
Leggi Tutto

Lascia un commento