Bikelifetour 2021#solocosebelle: una staffetta di solidarietà per sostenere la Fondazione IEO-MONZINO

È partito oggi da Roma il giro d’Italia ‘BikeLifeTour’, un’esperienza finalizzata a raccogliere donazioni a favore della Fondazione IEO-MONZINO, l’ente senza scopo di lucro che finanzia esclusivamente e direttamente la ricerca clinica e sperimentale e l’assistenza ai pazienti oncologici e cardiologici dell’Istituto Europeo di Oncologia e del Centro Cardiologico Monzino, con l’obiettivo di individuare le cure migliori e sostenere progetti innovativi.  Il progetto sportivo e benefico ‘BikeLifeTour #solocosebelle’ 2021, patrocinato dal Coni, dalla Federazione Ciclistica Italiana, dal Comune di Roma, dalla Pro Loco di Roma Capitale e con il contributo del Comune di Lucca, è una nobile avventura ciclistica di circa 2600 km. Un percorso studiato dall’organizzazione dell’iniziativa in collaborazione con ciclisti appassionati che hanno desiderato mettersi al servizio della Ricerca.

Gli ideatori del tour raccontano perché hanno organizzato ‘BikeLifeTour #solocosebelle’: “Una nostra amica per più di cinque anni ha dovuto intraprendere un percorso difficile, e nell’ultimo tratto di questo viaggio è stata accompagnata da persone e professionisti straordinari dello IEO – Istituto Europeo di Oncologia. Questo viaggio non è finito come avremmo sperato, ma abbiamo deciso di tenere le “cose belle” con noi e di intraprendere una strada per sostenere chi ci è stato di aiuto. Da qui è nata l’idea di questo progetto e la collaborazione con la Fondazione IEO-MONZINO, cui ci sentiamo di dare il nostro supporto in questo modo”.

L’obiettivo è ambizioso e la finalità è molto chiara: finanziare la ricerca attraverso una campagna di crowdfunding, grazie all’azione di sensibilizzazione di questa iniziativa. Il sito del progetto è www.bikelifetour.it da dove si accede direttamente alla pagina di donazione della Fondazione IEO-MONZINO. L’avventura sarà scritta a colpi di pedale da ciclisti professionisti, da sportivi e amatori, un gruppo selezionato grazie al lavoro instancabile degli organizzatori. I corridori si passeranno il testimone di tappa in tappa e saranno seguiti da un team tecnico; è prevista la possibilità di unirsi a loro lungo le diverse località, prenotando la propria partecipazione con una donazione di minimo 30 euro: ci si iscrive scrivendo a info@comunicazionedifferente.it.
Pedalare rappresenta una sfida e nella scelta delle tappe l’organizzazione si è fatta guidare da 3 principi base:
 qualità delle strade, rappresentatività dei luoghi per il mondo del ciclismo, e sfida altimetrica complessiva, prendendo spunto dallo spirito del Giro d’Italia e riportando quelle tappe a “misura d’uomo”. Il percorso si snoda attraverso strade uniche da un punto di vista paesaggistico, alla scoperta dell’incanto del nostro Paese, con il motto “solo cose belle”: si parte da Roma il 1 settembre attraversando Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Marche, e poi via verso le tappe del rush finale in Sardegna. Ad accogliere i ciclisti in arrivo alla tappa di Cagliari ci sarà Andrea Mura, velista di fama internazionale – ha ricevuto dal Coni la medaglia d’oro al valore atletico nazionale per aver vinto due volte la Ostar, la transatlantica in solitaria – che ha deciso di dare il suo sostegno abbracciando l’iniziativa per dare un ulteriore messaggio di condivisione. ‘BikeLifeTour’ si concluderà ad Alghero, presso l’incantevole punto panoramico di capo Caccia. La località rappresenta un punto ciclistico importante per i circuiti sardi.

L’iniziativa ha avuto un grande supporto da parte dell’associazione A.R.I, Audax Randonneur Italia, che seguirà tutte le tappe insieme al referente della Regione Sardegna Paolo Massenti, grande sportivo e conoscitore del territorio, ma anche Tonino Scarpitti, il Presidente del GiroSardegna – che avrà luogo sull’isola nei prossimi giorni – ha confermato il suo sostegno e la sua presenza all’arrivo dei corridori di ‘BikeLifeTour’ ad Alghero.
L’alimentazione sarà coprotagonista del tour grazie alla partecipazione del Cerchio Naturale, un centro di Roma specializzato nel proporre prodotti alimentari di filiera Italiana certificata. Si ringrazia anche Open Area, agenzia romana che ha seguito la costruzione e lo sviluppo del sito di BikeLifeTour. Un ringraziamento speciale alla Rai per il supporto nella copertura mediatica.

Le tappe del Tour: 

1 SETTEMBRE Roma – Viterbo – Lago di Bolsena – Acquapendente

2  SETTEMBRE Acquapendente – Abbadia San Salvadore – Siena

3 SETTEMBRE Siena – Volterra – Lucca

4 SETTEMBRE Lucca – Pievenelago – Sestola – Pavullo nel Frignano – Vignola – Maranello

5 SETTEMBRE Maranello – Modena – Parma – Piacenza

6 SETTEMBRE Piacenza – Cremona – Lodi – Milano

7 SETTEMBRE Milano (Stop)

8 SETTEMBRE Milano – Lago di Como – Ghisallo – Lecco – Bergamo – Darfo Boario Terme

9 SETTEMBRE Darfo Boario Terme – Riva del Garda

10 SETTEMBRE Riva del Garda – Verona

11 SETTEMBRE Verona – Vicenza – Bassano del Grappa – Asiago

12 SETTEMBRE Asiago – Treviso – Venezia

13 SETTEMBRE Venezia (Stop)

14 SETTEMBRE Venezia – Chioggia – Ravenna

15 SETTEMBRE Ravenna – Forlì – San Marino – Pesaro

16 SETTEMBRE Ancona – Jesi – Macerata – Ascoli – San Benedetto del Tronto

17 SETTEMBRE trasferimento a Cagliari

18 SETTEMBRE CAGLIARI (stop)

19 SETTEMBRE Cagliari – Pula – Sant’Antioco

20 SETTEMBRE Sant’Antioco – Buggerru

21 SETTEMBRE Buggerru – Arborea

22 SETTEMBRE Arborea – Bosa

23 SETTEMBRE Bosa – Alghero

24  SETTEMBRE Alghero – Villa Nuova – Monte Leone – Alghero

 

Written By
More from Severina Cantaroni

OSTEOPOROSI? LA TERAPIA NON È UN GIOCO, SEGUILA

Prende il via una campagna multimediale di sensibilizzazione
 sulla fragilità ossea e...
Leggi Tutto

Lascia un commento