BePositive: un passo insieme a chi lotta contro il coronavirus

Non si finisce mai di ringraziare medici e infermieri per quanto stanno facendo in questo difficile momento. E proprio per questo ogni gesto di solidarietà e affetto nei loro confronti è un modo per essere loro vicino.

Ed è proprio con questo spirito che il brand di sneakers made in Veneto dello specialista trevigiano delle calzature Febos  ha deciso di dare il proprio contributo agli operatori sanitari che lottano in prima linea contro la pandemia di Covid-19.

BePositive ha consegnato  un paio di sneaker a tutto il personale dei reparti di Microbiologia e Pneumologia dell’Ospedale di Treviso, due tra i reparti più impegnati nel combattere l’epidemia. Il gesto vuole essere un ringraziamento da parte di Febos agli operatori sanitari, che in questo periodo così delicato e difficile hanno lavorato incessantemente, senza risparmiarsi.

“Vogliamo trasmettere un messaggio di fiducia, positività, voglia di ricominciare, nonostante tutte le difficoltà”, ha dichiarato Fabrizio Ferraro, Presidente di Febos. “Per noi è un piccolo gesto di solidarietà e responsabilità nei confronti degli operatori che lottano ogni giorno in prima linea, nella speranza di poter tornare, tutti insieme, con le dovute cautele, alle nostre vite. Abbiamo scelto l’Ospedale di Treviso per testimoniare la nostra vicinanza al territorio in cui la nostra azienda è nata e a cui siamo molto legati. Ci piace l’idea che la nostra calzatura, Made in Italy, rappresenti simbolicamente, la ripresa del cammino per un futuro migliore.”

“Sono stati giorni infernali duranti i quali arrivavano tamponi dai reparti e dai pronto soccorso di tutta la provincia. La microbiologia era diventata un contenitore di campioni che arrivavano a centinaia e centinaia giorno e notte. Noi sapevamo che dietro ad ogni tampone poteva esserci un paziente grave che aveva bisogno di una diagnosi certa. Ed allora ci siamo ritrovati a correre… correre al primo piano per l’accettazione; poi giù di corsa al piano terra per le analisi in biologia molecolare e poi ancora di corsa su al terzo piano negli studi per la refertazione. Abbiamo corso sempre giorno e notte, a volte con gli occhi lucidi increduli di quello che stava succedendo. Ma nel correre tra chiamate urgenti da tutte le parti non abbiamo mai perso la fiducia di potercela fare! Oggi siete venuti al fronte portandoci simpatia solidarietà e soprattutto scarpe bellissime che ci faranno correre ancora più forte verso la vittoria contro il virus. Oggi siete stati perfetti nell’esprimere la vostra attitudine ad essere sempre “positivi”. Grazie a Fabrizio Ferraro e Adalberto Zordan di BePositive.

In collaborazione con la Direzione Generale Ulss 2, il Comitato Scientifico e la Onlus Per mio Figlio.

Written By
More from Stefania Lupi

VACCINAZIONI: I PERICOLOSI DANNI DI UNA CATTIVA INFORMAZIONE

Morbillo, parotite, rosolia e varicella sono malattie contagiose dell’infanzia, nella maggior parte...
Leggi Tutto

Lascia un commento