AGRI E SLOW TRAVEL EXPO: A Bergamo tORNA LA FIERA DEI TERRITORI

Vacanze sostenibili , a contatto con la natura.  Alla scoperta di loghi e territori. Dal Nord al Sud della  Penisola. Per saperne di più alla Fiera di Bergamo, dal 16 al 18 febbraio 2024, sarà possibile conoscere da vicino i migliori luoghi dove trascorrere periodi di autentico relax grazie alla 9 edizione di Agri e Slow Travel Expo 2024. 

Una manifestazione aperta al pubblico per raccogliere informazioni sulle più belle destinazioni che offrono natura, arte, cultura, tradizioni. 2 padiglioni, con oltre 200 espositori tra enti pubblici e privati, DMO, consorzi, associazioni e tour operator, 8 temi di turismo sostenibile ed esperienziale (sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore), territori da 14 regioni italiane,  oltre 150 eventi tra show cooking, convegni, presentazioni, incontri, concerti ed esibizioni.

Gli amanti delle bici gravel si ritroveranno sabato 17 e domenica 18 febbraio alle 9.30 al Padiglione B, per ritirare il pacco gara dell’evento sportivo organizzato da Gravel Franciacorta. La partenza a bordo di bici gravel adatte a tutte le superfici, è prevista tra le 10.30 e le 10.45 per un percorso di 70 chilometri che transiterà sul nuovo tratto nord-est dell’anello ciclopedonale dell’aeroporto BGY appena inaugurato. Si continuerà attraverso il territorio per finire tra degustazioni locali e il pasta party in area food.

Altra importante novità, 1 grande area outdoor allestita nel padiglione B, dove si svolgeranno eventi sportivi ed esperienziali, grazie ad allestimenti speciali: pista di sci da fondo, due piste da discesa dedicate ai giovani per il primo approccio sugli sci, pista da discesa con ciambelloni gonfiabili per bambini, parete di arrampicata e tante altre attrazioni per tutti con l’aggiunta della riproduzione di un campo base.

In totale si terranno oltre 150 eventi che ruoteranno attorno a 8 temi chiave: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore. Non semplici destinazioni, ma proposte ed esperienze autentiche e immersive, di esplorazione e conoscenza. Destinazioni che si promuoveranno anche proponendo i migliori percorsi per gli amanti dei cammini, del trekking, degli itinerari in bicicletta e le vie d’acqua. Una vetrina che si apre in Lombardia, tra le prime cinque regioni italiane scelte come meta di vacanze, e che diffonde ampia visibilità alle più belle località italiane, europee e mondiali.

 

 

 

A TravelExpo tutte le informazioni utili per scoprire l’Italia pedalando. Come? Basta seguire la segnaletica tra vecchie mulattiere, sommità arginali e addentrarsi negli oltre 18.000 chilometri di itinerari cicloturistici per riscoprire la bellezza delle realtà più piccole e, contemporaneamente, ritrovare il proprio equilibrio. Di cicloturismo ad Agri e Slow Travel Expo parlerà FIAB,Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, organizzazione che promuove l’uso quotidiano della bicicletta e il cicloturismo per proteggere l’ambiente e contrastare la crisi climatica. Oltreché di condurre azioni nei confronti delle istituzioni e dei decisori per ottenere interventi e provvedimenti a favore per migliorare la vivibilità urbana a favore della sicurezza.

 

Nel Padiglione A i visitatori troveranno le eccellenze dei territori di 14 regioni italiane: Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania e Puglia che si promuoveranno attraverso natura, cultura, arte, enogastronomia e tradizioni. Nello stesso padiglione sarà possibile conoscere la realtà dei Treni Storici rappresentati dalla Fondazione Ferrovie dello Stato. Costituita nel 2013, la Fondazione è custode e gestore dell’eccezionale patrimonio storico delle FS italiane e riunisce sotto la suta tutela 400 mezzi, fondi archivistici e bibliotecari, 2 musei e le linee ferroviarie un tempo sospese e oggi recuperate al turismo grazie al progetto “Binari senza Tempo”. Poi la rete europea Rural Tour, che comprende 28 organizzazioni professionali provenienti da 25 paesi europei e asiatici, che proporranno la possibilità di trascorrere una vacanza tra oltre 100.000 strutture e proposte di turismo rurale.

Cammini d’Italia, la più grande community italiana di trekking, condurrà alla scoperta del turismo lento. Ad Agri e Slow Travel Expo saranno presentati numerosi Cammini d’Italia, per scoprire borghi, opere d’arte, monumenti e paesaggi.

Anche l’AssociazioneTrekking d’Italia sarà tra i protagonisti di Agri e Slow Travel Expo, per illustrare agli amanti dei cammini lenti inedite proposte alla scoperta di angoli meno noti che pure contribuiscono allo sviluppo cittadino. Imperdibili anche le possibilità di viaggio (bautrek) proposte anche per chi è accompagnato dai propri amici a quattro zampe.

La città di Bergamo si apre ai territori nazionali e internazionali con i prodotti d’eccellenza, le destinazioni slow e tante curiosità da scoprire, anche arrivando in aereo bici-muniti, grazie alla presenza del primo aeroporto bike friendly d’Italia (Milan-Bergamo Airport BGY). Ad Agri e Slow Travel Expo la Bergamasca sarà presente con la Camera di Commercio, che nell’area eventi darà spazio ai prodotti d’eccellenza di tutto il Territorio con i Suoi Operatori (Visit Bergamo, PromoIsola, Promo Serio, Visit Brembo, In ValCavallina, Pianura da Scoprire, Visit Lake Iseo, Comunità Montana Valle Imagna) sotto il grande cappello di “Destinazione Bergamo Slow” si susseguiranno incontri, presentazioni, eventi, showcooking e degustazioni che promuoveranno le bellezze del Territorio e i prodotti del marchio di garanzia “Bergamo, Città dei Mille…sapori”. Molto importante la collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo,che ha dato un importante supporto scientifico all’organizzazione dei convegni internazionali e ai workshop del 16 e 17 febbraio, favorendo una partecipazione e coinvolgimento attivi di studenti e giovani ricercatori impegnati nello studio o nella ricerca in ambito turistico o di valorizzazione dei territori.

Presente  anche la Diocesi di Bergamo – Ufficio Pastorale dei Pellegrinaggi, del Tempo libero e del Turismo che promuove “percorsi di fede” che si integrano con le ricchezze storiche e naturali del territorio locale. Questo progetto mira a offrire ai visitatori un’esperienza unica, che non solo li avvicini alla fede, ma che li conduca anche alla scoperta delle bellezze paesaggistiche e culturali della Bergamasca.

L’accessibilità ai luoghi turistici è un tema sempre più dibattuto, che necessita di attenzioni e soluzioni concrete, che consentano di rendere il viaggio un’esperienza alla portata di tutti. Una scelta etica ma anche economica, come sarà sottolineato dalla presenza ad Agri e Slow Travel Expo di ENAT, Ente Europeo del Turismo Accessibile con sede a Bruxelles, che conta circa 350 membri provenienti da più di 50 Paesi in Europa, Africa, Medio Oriente, Nord and Sud America, Asia e Australasia. ENAT sarà presente in fiera in collaborazione con AccessibleEU, che include i principali stakeholders del settore, Provincia di Bergamo.

Il folklore, infine, quale manifestazione del ricco patrimonio immateriale dei territori da salvaguardare, sarà presente ad Agri e Slow Travel Expo attraverso la partecipazione di UNPLI, Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, e di FITP, Federazione Italiana Tradizioni Popolari. I padiglioni della fiera saranno infatti animati da musiche, danze e canti. Sarà una grande occasione per il pubblico per avvicinarsi agli aspetti più intimi dei territori. Tutto si concluderà domenica 18 febbraio, con una grande sfilata di abiti tradizionali provenienti da tutte le regioni d’Italia, che racconterà la storia e le tradizioni del nostro Bel Paese.

www.agritravelexpo.it

Written By
More from Stefania Lupi

Piccolo, sottile, discreto. È  FreeStyle Libre 3, il nuovo sistema per gestire il diabete

Monitorare i livelli di glucosio nel sangue non è mai stato così...
Leggi Tutto

Lascia un commento