Giornata per la salute della mano: tornano gli screening “ad arte” all’Accademia di Brera di Milano

Arte e salute. Arte e creatività. In una parola: le mani che si muovono, modellano, scrivono, dipingono, suonano e molto altro. Praticamente tutto. Ma come per il resto del corpo, anche le mani devono essere in salute per poter svolgere tutte ele loro importantissime funzioni. Ci abbiamo mai pensato?

A questo scopo anche quest’anno i medici dell’Unità Operativa di Chirurgia della mano del Gruppo MultiMedica escono dall’ospedale e incontrano i cittadini per una giornata di screening gratuiti delle principali patologie dell’arto superiore. L’appuntamento è persabato 10 giugno, in occasione della IX Giornata Nazionale per la Salute della Mano, dalle 9:30 alle 13:30, presso la Sala Napoleonica dell’Accademia di Brera, uno dei luoghi simbolo dell’arte a Milano. Qui verranno allestite postazioni con chirurghi e terapisti della mano di MultiMedica. Per accedere è necessario  chiamando lo 02 8599 4805, dal lunedì al venerdì, dalle ore 14:00 alle 16:00. Grazie alla rinnovata partnership tra MultiMedica e Accademia di Brera, quest’anno anche gli studenti e i docenti dell’ateneo milanese potranno beneficiare dei controlli gratuiti in una sessione di visite a loro dedicata nel pomeriggio di venerdì 9 giugno.

“Ancora oggi è necessario sensibilizzare i cittadini sull’importanza di preservare la salute delle proprie mani”, afferma Giorgio Pajardi, Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia della mano del Gruppo MultiMedica e Professore all’Università degli Studi di Milano, che il 10 giugno sarà in Brera insieme alla sua équipe, per eseguire visite e fornire consulti. “La sindrome del tunnel carpale, il dito a scatto e l’artrosi trapezio metacarpica sono tra le più diffuse patologie dell’arto superiore. Diagnosticarle e trattarle tempestivamente è fondamentale per evitare che causino danni irreversibili”.

 In particolare, la sindrome del tunnel carpale è il disturbo alla mano in assoluto più ricorrente tra la popolazione. Provoca formicolio notturno, un’alterata sensibilità dei polpastrelli e fitte dolorose. Oggi si interviene per via endoscopica, con una piccola incisione sul polso di 5 mm e un rapido recupero post-operatorio. MultiMedica conta in proposito la più alta casistica mondiale, con oltre 160.000 operazioni eseguite negli ultimi 27 anni. Altre problematiche molto diffuse sono il dito a scatto, in cui i tendini flessori infiammati si gonfiano e fanno fatica a scorrere all’interno delle loro pulegge, e l’artrosi trapezio metacarpica, che provoca dolore nella presa ed è causata dall’usura dell’articolazione alla base del pollice. In entrambi i casi si può evitare la chirurgia, ricorrendo a tutori personalizzati.

La percezione di qualcosa di anomalo, non necessariamente un dolore, la sensazione di avere meno destrezza, meno forza nella presa fine sono alcuni dei segnali che spesso accompagnano l’esordio di queste patologie. “Di fronte a queste piccole alterazioni occorre approfondire il problema, sottoponendosi a una visita di controllo con un chirurgo esperto della mano. Non bisogna rassegnarsi al luogo comune che artrosi o altri disturbi della mano siano inevitabili con il progredire dell’età o per altre condizioni come la menopausa, la gravidanza o il fatto di svolgere una particolare professione. Il 10 giugno saremo a disposizione proprio di chi sta sperimentando questi primi disturbi”, conclude Pajardi.

“Per il secondo anno consecutivo l’Accademia di Brera è lieta di rendersi disponibile per i servizi socio-sanitari e del terzo settore a favore della cittadinanza”, afferma il prof. Stefano Pizzi, referente alle Relazioni Esterne dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

Inoltre, la convenzione stipulata tra MultiMedica e Accademia di Brera si arricchisce di un nuovo tassello, perché dall’anno accademico 2023-2024 il professor Pajardi terrà per gli studenti dell’ateneo lezioni speciali di anatomia della mano.  L’Unità Operativa Universitaria di Chirurgia e Riabilitazione della mano del Gruppo MultiMedica da 27 anni si occupa di Patologie dell’arto superiore di carattere degenerativo, malformativo o traumatico. È un riferimento nazionale che esegue oltre 8.000 interventi all’anno. All’interno del reparto è presente anche un’Unità dedicata alla mano pediatrica, la più grande in Europa, che ogni anno prende in carico circa 1.900 bambini ed effettua 350 operazioni di microchirurgia.

Written By
More from Silvia Bianchi

Il Villaggio di Natale, il mercatino di Natale al coperto più grande d’Italia

Domenica 1 novembre 2015 si apre l’edizione 2015 del Villaggio di Natale...
Leggi Tutto

Lascia un commento