La nuova total face restoration in una sola seduta

girl-3141766_1920

Migliora e ringiovanisce l’aspetto della pelle con gli stessi risultati di un lifting chirurgico, con tempi di recupero ridottissimi e in una sola seduta.

Sfruttando la sinergia e la fusione di tre diverse tecnologie per contrastare tre differenti problematiche della cute matura, ossia la perdita di tono, la diminuzione di elasticità e le discromie, questo trattamento di ringiovanimento cutaneo avanzato (TribellaTM) simultaneamente migliora il trofismo cutaneo, l’aspetto globale dell’incarnato e la texture della pelle, procedendo in una sola seduta con tre azioni diverse.

La prima fase del protocollo  agisce sul tono, promuovendo il fotoringiovanimento cutaneo attraverso l’utilizzo della luce pulsata (IPL) di ultima generazione, che va a migliorare l’aspetto non uniforme dell’incarnato e a correggere le macchie cutanee. L’energia luminosa emessa dal manipolo utilizzato nel primo step del trattamento viene infatti assorbita selettivamente dall’emoglobina e dalla melanina, con l’effetto di ridurre le lesioni vascolari e pigmentate. Il risultato si traduce in una pelle più giovane e brillante,dall’incarnato uniforme e in una riduzione dei danni solari.

La seconda azione contrasta invece i problemi di lassità cutanea, migliorando l’elasticità e il trofismo dei tessuti attraverso l’utilizzo di applicatori con tecnologia esclusiva MP2 (Radiofrequenza MultiPolare e Campi ElettroMagnetici Pulsati) determinando una azione anti-aging. Sfruttando questa combinazione di energie si induce calore negli strati del derma per stimolare i fibroblasti, la produzione di collagene ed elastina e determinare la neovascolarizzazione. Il risultato è una pelle più distesa e levigata, con una attenuazione visibile di rughe sottili e profonde.

VenusVersaL’ultimo step è dedicato al resurfacing cutaneo, ottenuto grazie agli applicatori di RadioFrequenza Nano Frazionata che, attraverso l’energia emessa da minuscoli pin, creano migliaia di microlesioni (colonne termiche) dello strato superficiale senza intaccare i tessuti circostanti. Nel processo di cicatrizzazione delle microlesioni la pelle produce naturalmente collagene promuovendo un completo rinnovamento cutaneo. Tale riparazione avviene dalle cellule sane limitrofe alle colonne termiche che, agendo lateralmente e non solo dal sottostante, determinano una ridensificazione del tessuto. L’obiettivo in questo caso è quello di uniformare e compattare la texture della pelle, ecco perché il trattamento è efficace sulle piccole rughe ma anche per attenuare esiti cicatriziali da acne, pori dilatati, rosacea e altre irregolarità della cute.

Il trattamento dura circa un’ora e mezza e non è limitato dalla stagionalità e dal fototipo. La ridotta invasività della metodica  garantisce risultati assimilabili a quelli della chirurgia estetica o della medicina estetica (iniettabili, filler e peeling chimici) con un protocollo facilmente applicabile, indolore e con tempi di recupero ridottissimi, 2/3 giorni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *