Speciale salute dentale: scegliere il dentista con il sorriso

attractive-19161_960_720

Curare la salute dei denti e della bocca è fondamentale se si intende sfoggiare un sorriso perfetto e, soprattutto, prevenire l’insorgenza di patologie più o meno gravi. Tra le regole basilari per mantenere sani e splendenti i propri denti ci sono: il rispetto di una corretta igiene orale, l’adozione di uno stile alimentare vario ed equilibrato, che non comporti l’assunzione di troppe bevande zuccherine o in grado di intaccare il bianco dello smalto (come caffè e tè) e il sottoporsi a visite dentistiche di controllo con la giusta frequenza.

Purtroppo, una recente indagine condotta dall’Istat conferma che le difficoltà derivate dalla crisi economica hanno costretto molti italiani a tagliare persino sulla spesa per la salute. Così, si scopre che, mediamente, il 12% della popolazione con età superiore ai 14 anni rinuncia alle visite odontoiatriche per motivi economici.

Si tratta di un problema molto annoso, che nel giro di pochi anni ha visto ridursi in maniera sensibile sia il numero dei pazienti sia quello dei trattamenti effettuati. Al di là della conseguente crisi della professione dentistica, che in Italia attraversa una fase di seria difficoltà, va detto che la mancanza di adeguate cure odontoiatriche rischia di minare in modo serio la salute pubblica. In effetti, prendersi cura dei denti non serve solo per mantenere bianco e splendente il proprio sorriso, ma anche per evitare i tanti disturbi e le patologie che spesso interessano il cavo orale e che risultano particolarmente difficili da individuare per tempo e da debellare.

Dalle classiche carie allo sviluppo di un’acuta sensibilità dentale a causa dell’erosione dello smalto sono molte le problematiche che possono interessare i denti e che rischiano di peggiorare drasticamente la qualità della vita. Il forte dolore provocato da un ascesso, ovvero da un’infezione dell’alveolo dentale, può essere invalidante e costringere il malato a letto, mentre, le difficoltà nella masticazione possono incidere sullo stato di salute generale dell’individuo, ad esempio impedendo una corretta alimentazione o, addirittura, causando problemi posturali e, di conseguenza, dolori alle gambe e alla schiena.

Sottoporsi a un controllo dentistico con la giusta frequenza rimane la soluzione più semplice per essere certi di individuare eventuali patologie sul nascere e intervenire in maniera tempestiva: alcune tipologie di infezioni delle gengive, ad esempio, possono portare alla caduta dei denti se trascurate mentre, al contrario, essere facilmente trattabili se scoperte per tempo.

Fortunatamente, esiste anche qualche buona notizia: grazie al costante progresso tecnologico, che in ambito medico continua a fare passi da gigante, ogni anno vengono introdotte metodiche, macchinari, strumenti e materiali innovativi, per mezzo dei quali si riducono sia i costi sia l’invasività degli interventi.

Ad esempio, la realizzazione di un impianto dentale, un’operazione un tempo molto impegnativa, oggi può essere effettuata rapidamente e a costi contenuti, come illustrato nella pagina di approfondimento di questo centro perfezionato in implantologia a Roma.

D’altra parte, va anche detto che una clinica dentistica non vale l’altra. Sempre più spesso, i pazienti si lasciano guidare da pubblicità e offerte promozionali nella scelta dello specialista al quale rivolgersi, con risultati tutt’altro che esaltanti in alcuni casi. Se da un lato tenere conto del costo delle prestazioni di cui si va ad usufruire è inevitabile, dall’altro va detto che badare solo al prezzo espone al pericolo di terapie effettuate da un personale non professionista, oppure con l’utilizzo di materiale scadente, che non consente di ottenere un risultato duraturo.

Il primo elemento da considerare nella scelta del professionista al quale rivolgersi sono i titoli in suo possesso: l’esercizio della professione di odontoiatra richiede la laurea in odontoiatria oppure quella in medicina con specializzazione. In più, per operare è indispensabile l’iscrizione all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Le pagine di cronaca dei quotidiani riportano spesso la notizia di odontotecnici, igienisti dentali o persone prive di qualsivoglia tipologia di titolo che si improvvisano dentisti ed esercitano in maniera abusiva la professione. Oltre a non poter garantire l’efficacia di nessuno dei trattamenti proposti, rivolgersi a questi soggetti pone in serio pericolo la propria salute, perché aumentano il rischio di insorgenza di complicazioni e persino quello di contrarre pericolose infezioni virali.

Per verificare che il proprio dentista sia in possesso dei dovuti titoli e abilitato all’esercizio della professione odontoiatrica oggi basta visitare il portale delle Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Grazie alla pratica funzione per la ricerca anagrafica, è sufficiente inserire il nome dello specialista in questione per poter accedere a tutte le informazioni di cui si ha bisogno. Una volta accertate le credenziali dello specialista, occorre valutare attentamente il livello delle prestazioni offerte nel corso della prima visita. In primis, l’ambulatorio dentistico deve essere un ambiente piacevole, luminoso, pulito e ordinato. Oltre ad essere completo di tutte le apparecchiature comunemente in uso presso gli studi dentistici, deve permettere al dentista e agli eventuali assistenti di lavorare in maniera agevole e sicura.

Nel corso della prima visita, l’odontoiatra svolge un’accurata anamnesi del nuovo paziente, ricostruendone la storia clinica e ponendo particolare attenzione alle allergie di cui attualmente il soggetto soffre o agli eventuali farmaci in uso. Solo dopo aver ottenuto il consenso per la raccolta e la conservazione di questi dati, il dentista passa a un controllo generale dello stato di salute della bocca e dei denti, con verifica dell’igiene dei colletti dentali, dell’integrità delle gengive, della corretta giustapposizione di mascella e mandibola e della presenza di carie o altre patologie in atto.

Tutti gli strumenti utilizzati durante la visita devono essere sterili, mentre la confezione di quelli usa e getta deve sempre essere aperta sotto gli occhi del paziente. Avendo l’accortezza di badare a questi dettagli si avrà la certezza di scegliere un professionista davvero serio e competente e di potersi affidare completamente ai consigli e alle terapie proposte dal proprio dentista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *