“FIORI, ACQUE E CASTELLI” – Strassoldo (UD) 8 e 9 aprile

CAS

L’ 8 e 9 aprile 2017, dalle 9 alle 19, i portoni dei Castelli di Strassoldo apriranno i battenti per l’atteso appuntamento con  “Fiori, Acque e Castelli”

la manifestazione che si ripete da 20 anni in primavera  offre ai visitatori la possibilità di scoprire un patrimonio storico millenario, normalmente non accessibile al pubblico.

I saloni, ornati a festa, ospiteranno le nuove creazioni di maestri artigiani, decoratori ed artisti d’eccellenza. Il percorso di visita si svilupperà attraverso il Foladôr e gli interni del castello di Sotto, la pileria del riso, la cancelleria, il brolo, la Vicinìa, gli interni ed il parco del castello di Sopra. Un filo magico fatto di oggetti antichi e nuove creazioni, suggestioni d’altri tempi e positività.

L’antico brolo, circondato da corsi d’acqua di risorgiva, ospiterà vivaisti con collezioni di rose antiche, nostalgiche, inglesi, Delbard, hydrangee, cornus, viburni, deutzie, lillà, hybiscus, callicarpa, erbacee perenni, piante aromatiche ed insolite, alberi da frutta, banani nani ed altre piante insolite, mentre i vivaisti si prodigheranno in utili consigli professionali. A contorno ci saranno anche articoli da giardino e per la casa, nel più perfetto stile country. Per i bimbi saranno organizzati dei laboratori di botanica.

Scopo dell’evento è la valorizzazione di un importante bene storico (la cui conservazione valorizza dal punto di vista turistico l’intera zona della Bassa Friulana) e la tutela di antiche arti e mestieri.

La manifestazione prevede un biglietto unico di € 12 per entrare negli interni dei due castelli, nel Foladôr, nella Cancelleria, nella Pileria, nella Vicinìa, nel parco e nel brolo del castello di Sopra (il parco del castello di Sotto non é compreso). Bimbi fino a 5 anni gratis / 6-12 anni = € 6.

SUGGERIMENTI:

L’evento si terrà anche in caso di pioggia in quanto ambientato prevalentemente negli interni

Si segnala che c’è meno pubblico di sabato o la mattina della domenica.

Altre attrattive della zona da inserire nella gita a Strassoldo: Aquileia (antica colonia romana), Grado (antica cittadina costiera), Palmanova (fortezza rinascimentale), Villa Manin (dimora ultimo doge di Venezia) ed molte altre. Per consigli scrivere ad: info@castellodistrassoldo.it

INIZIATIVE COLLATERALI:CAS 3

SABATO E DOMENICA:

Ore 11.30 – 15 – 16 Visite guidate gratuite al borgo dei castelli. Partenza: Porta Cisis (vicino Pro Loco)

Ore 11.30 – 15 – 16 Visite parco castello di Sotto, guidate dalla proprietaria. Prezzo € 5.

Laboratori di botanica per bambini (Brolo presso “Il Giardino Commestibile)

Apertura della chiesetta trecentesca di S.Maria in Vineis, che ha il ciclo di affreschi più importante della Bassa Friulana

Mostra di ricami della “Ass. Mettiamoci un Punto” nella Vicinìa (entrata dagli archi vicino al punto ristoro nel cortile del castello di Sopra)

Mostra di galline ornamentali a cura dell’Ass.Friulana Avicoltori (Brolo)

Punto ristoro con specialità di stagione a cura del catering Festa Più nel cortile del castello di Sopra (info@festapiu.it)

Angoli gastronomici in vari punti del paese a cura di associazioni locali

DOMENICA:

Ore 14.30-18.30 Musica antica ispirata alla primavera in vari angoli dei castelli

 

PER INFORMAZIONI: info@castellodistrassoldo.it – www.castellodistrassoldo.it – www.castellodistrassoldodisotto.it – www.castellipalazzigiardinistorici.it

 IL GIARDINO DEL CASTELLO DI SOTTO

Il parco del Castello di Sotto è uno dei più interes­santi in Friuli, sia per il suo esemplare stato di conser­vazione sia perché costituisce l’inizio, nella zona, della diffusione del giardino paesaggistico.

Nella parte originariamente occupata da boschetti e risorgive trova sistemazione un impianto dove l’acqua diviene l’elemento artistico dominante: fontane, pozzi, laghetti e peschiere creando un naturale specchio alle statue settecentesche e alle specie talvolta rare.

Di singolare fattura l’isola rettangolare che si trova all’estremo limite del parco: delimitata lungo il perimetro da un fossato, con viali perpen­dicolari incrociati al centro in uno spiazzo circolare e un vialetto perimetrale, il tutto decorato da piante di bosso e sempreverdi. Accanto ad alcune specie interessanti per rarità o vetustà se ne trovano poi altre tipiche dei giardini locali: ippocastani e carpini delimitanti l’area, ontani, betulle, faggi, acacie.

RISERVA NATURALE “IL NATOC” La Riserva Naturale “Il Natoc” è parte integrante della tenuta del Castello di Strassoldo di Sotto e si estende su una superficie complessiva di 46 ettari di cui circa 30 sono a seminativo; il resto è parco, bosco e prato stabile.CAS 2

Da quando nel 2009 in quest’area è stata vietata la caccia la stessa è divenuta “zona di ripopolamento” e c’è un’abbondanza di fauna (caprioli stanziali, aironi cenerini e bianchi, garzetti, anatidi di varie specie, scoiattoli, lepri, rapaci e molti altri animali).  La tenuta è tutta in piano e lungo l’asse nord-sud si sviluppa per due km. Vi sono circa 8 km di sentieri curati, di cui la maggior parte all’ombra dei boschi lungo le due rogge che lo circondano (la roggia Natoc a Est, ed il Taglio (antico “Imburino”) ad ovest. I sentieri che si trovano lungo il perimetro interno delle strisce di bosco sono alternativamente all’ombra e al sole, a seconda delle ore del giorno, mentre il sentiero centrale (lo “stradone”) che divide in due l’appezzamento, è sempre in pieno sole.

I GIARDINI DEL CASTELLO DI SOPRA

I giardini del Castello di Sopra sorgono verso la metà del ‘700 contestualmente al parco del Castello di Sotto

Testimonia­no l’antica presenza del giardino altre due specie, una delle quali è chiaramente visibile per le dimensioni oggi raggiunte: si tratta della imponente Magnolia grandiflora (dell’età di circa 300 anni) piantata a metà del parco, oltre la quale si possono riconoscere numerose piante di aceri campestri, tigli, ippocastani e tassi. Sono sette­centeschi anche i carpini bianchi, mentre di più recente collocazione sono le palme cresciute vicino all’uscita formando una specie di edicola arborea e le decine di salici piantati attorno alle acque di risorgiva.

Oltre il viale di accesso antistante il palazzo, il parco prosegue con una distesa erbosa delimitata da una quinta di piante ed interrotta nel mezzo da una fontana circolare interrata di origine seicentesca.

 

  • COME VISITARE I CASTELLI DI STRASSOLDO DI SOPRA E DI SOTTO:

VISITE PER GRUPPI (tutto l’anno):

I manieri aprono occasionalmente per gruppi già organizzati di almeno 20 persone.

Prezzo della visita (entrata e visita guidata condotta da un proprietario) è di Euro 8 a testa, con una gratuità ogni 20 visitatori.

Tempo necessario per visitare un castello: almeno 1,5 ora.

VISITE PER SINGOLI (solo in occasione di 2 manifestazioni annuali):

Per i singoli visitatori che non riescono a formare gruppi di almeno 20 persone i manieri aprono, però, due volte l’anno in occasione di due suggestive manifestazioni che prevedono la presenza di un centinaio di 100 espositori (antiquari, decoratori, artisti, artigiani e vivaisti) ed una serie di belle iniziative collaterali, che si tengono il week-end delle Palme ed il penultimo week-end di ottobre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *